Home > Libri > Disegno e coloro la mia giornata: i libri lavagna di Mathew Neil
I libri lavagna di Mathew Neil
I libri lavagna di Mathew Neil

Disegno e coloro la mia giornata: i libri lavagna di Mathew Neil

Provate a fare un salto nel tempo e pensate a quante volte da bambini vi hanno ripetuto: «Non si scrive sui libri», o «Non si colorano i libri». Pensate, poi, a oggi, a quante volte lo avete ripetuto ai vostri figli. I libri non si rovinano, sono d’accordo con voi. I libri sono oggetti da custodire, sfogliare, leggere e rileggere. Oggetti da amare. Ma può un bambino di tre anni amare un libro? Forse sì, ma è probabile che il suo amore lo manifesti proprio colorandolo tutto. Insomma: è triste senza colori! E gli scarabocchi? Suvvia, anche voi fate dediche sui libri, i loro scarabocchi hanno lo stesso valore!

Niente panico, c’è chi in maniera geniale ha fatto dell’esigenza di colorare e disegnare i libri un… libro. Si tratta della serie I libri lavagna, editi in Italia da Sassi Junior, di Mathew Neil. Al momento sono due i libri disponibili: Disegno e coloro la mia giornata e Disegno e coloro la mia città. Due libri che presentano un dettaglio davvero incredibile: si possono, anzi si devono, disegnare e colorare.

I libri lavagna

Le pagine del libro si dividono in più spazi. Le parti «normali», con illustrazioni e testo, e le parti «speciali» in cui la superficie si presenta come una vera e propria lavagna. Assieme al libro il bambino troverà i gessetti colorati e un cancellino, per colorare, cancellare e ricominciare.

Il libro La mia giornata inizia dalla sveglia mattutina, come è normale che sia, ma mentre il simpatico coniglietto ancora dorme ecco che possiamo andare a disegnare il suo sogno. Poi la scuola, il pranzo, i giochi del pomeriggio, e la sera. Ogni momento della giornata è disponibile per essere colorato, e soprattutto… per stimolare la fantasia senza alcun divieto.

Unica accortezza. Spiegate bene al bambino che su questo libro si può colorare, su altri meno. E sulla parete in camera di mamma e papà… se proprio non può farne a meno. Alla fine ci passiamo tutti: le loro opere artistiche coprono ogni superficie di casa, invece di arrabbiarci facciamo prima a incorniciare il tutto. Il momento passa, e questi sono ricordi che dovremmo imparare a fissare nella memoria.

Dati dei libri

Mathew Neil
Disegno e coloro la mia giornata
Disegno e coloro la mia città
Sassi Junior, 2016
pp. 10

Provate a fare un salto nel tempo e pensate a quante volte da bambini vi hanno ripetuto: «Non si scrive sui libri», o «Non si colorano i libri». Pensate, poi, a oggi, a quante volte lo avete ripetuto ai vostri figli. I libri non si rovinano, sono d’accordo con voi. I libri sono oggetti da custodire, sfogliare, leggere e rileggere. Oggetti da amare. Ma può un bambino di tre anni amare un libro? Forse sì, ma è probabile che il suo amore lo manifesti proprio colorandolo tutto. Insomma: è triste senza colori! E gli scarabocchi? Suvvia, anche voi fate dediche…

Score

Leggibilità
Storia
Illustrazioni
Prezzo

Utilissimi!

Conclusione : Un libro, un gioco, una lavagna. Idea geniale!

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

x

Check Also

Dalla testa ai piedi. Sopra sotto dentro fuori il corpo umano

«Dalla testa ai piedi. Sopra sotto dentro fuori il corpo umano», di Andrea Valente

Quando aveva tre anni Giulia, la mia bambina ora ottenne, voleva assolutamente convincermi che dentro ...

Thé Tjong-Khing, Bosch

«Bosch» di Thé Tjong-Khing finalista al Premio Andersen 2018 – miglior libro senza parole

Il silent book «Bosch» di Thé Tjong-Khing (edito da Beisler) è finalista al Premio Andersen 2018 - miglior libro senza parole: un libro che merita veramente.