Home > Libri > «Piccole, grandi sfide» di Alberto Pellai e Barbara Tamborini
«Piccole, grandi sfide» di Alberto Pellai e Barbara Tamborini
«Piccole, grandi sfide» di Alberto Pellai e Barbara Tamborini

«Piccole, grandi sfide» di Alberto Pellai e Barbara Tamborini

Crescere i figli è un’impresa. Una bella impresa. Non è facile, vuoi perché noi adulti tendiamo a non capire quanto sia difficile essere bambini, vuoi perché siamo sempre di fretta, travolti da mille impegni. Ci passiamo tutti, è normale. Cari mamme e papà, la stanchezza è una parte integrante dell’essere genitori. Figli super obbedienti non esistono: le lotte quotidiane, le incomprensioni, le sfide di ogni giorno, fanno parte del cammino che ogni famiglia percorre assieme. Ma quante soddisfazioni!

Piccole, grandi sfide

La collana Piccole, grandi sfide di Alberto Pellai e Barbara Tamborini (De Agostini editore), cattura l’attenzione proprio su quei momenti che troppo spesso noi grandi definiamo banali, ma che invece sono determinanti per la crescita dei bambini, e sminuirli non li aiuta a superare gli ostacoli, non li aiuta a crescere.

Ogni libro affronta un momento particolare, uno di quei passaggi obbligati che spesso ogni bambino affronta e supera, nonostante tutto. ;a Alberto Pellai e Barbara Tamborini cercano con poche dolci parole di aiutare, piccoli e grandi, ad affrontare l’ostacolo senza drammi. Semplicemente ascoltando e cercando di comprendere ogni istante.

I libri della collana

Uffa un fratellino!, Non voglio la pappa!, È ora del lettino! e Voglio tutto sono un re!

Una storia per i più piccoli e alcune pagine ricche di utili consigli per i genitori. L’idea è semplice, eppure non sempre coinvolgiamo i bambini nell’impresa, nonostante loro siano i veri protagonisti.

La storia è in rima, dolcissima, capace di avvolgere il bambino, comprendere il suo punto di vista e donare quella piccola comprensione in più indispensabile per superare l’ostacolo. I consigli sono pratici, diretti, privi di paroloni metafisici o di consigli banali: gli autori hanno quattro figli, un dettaglio importante!

Un fratellino, è un dramma per il figlio unico, per tutti i figli unici. Il bambino tutto d’un tratto si ritrova a dover dividere affetti e spazi, e con chi? Con un esserino che non fa altro che piangere, mangiare e dormire. Eppure, ci ricordano gli autori, tutti noi siamo stati bambini, anche il figlio unico piangeva e dormiva, e usava il pannolino. Certo, un giorno quel piccolo bambino crescerà e potrà giocare, correre e saltare; ma ora? Ora no!

La gelosia è normale, l’incomprensione e a volte la rabbia, l’importante è coinvolgere il più grande, fin dalla pancia della mamma che diventa sempre più grossa, perché l’arrivo di un fratellino è un evento importante per tutta la famiglia!

E quanti bambini non vogliono andare a dormire nel loro lettino? Perché mai dovrebbero abbandonare il letto di mamma e papà! E quanti non vogliono mangiare la cena ma vorrebbero un buonissimo gelato? E quanti fanno i capricci? TUTTI.

Tappe obbligate, momenti della crescita che ogni famiglia deve affrontare, ovviamente in maniera differente, molto differente, ma la crescita, quella, fa parte della vita di tutti noi.

Come sottolineano gli autori l’importante è NON banalizzare i vissuti di sofferenza del bambino.

Non sono capricci, ma momenti molto importante, molto complicati, che semplicemente il bambino fatica a comprendere ma questo non gli impedisce di mostrare il suo dolore.

Abbracciamoli, coccoliamoli e cerchiamo di spiegare che il cambiamento non è una sofferenza ma una possibilità.

Crescere i figli è un’impresa. Una bella impresa. Non è facile, vuoi perché noi adulti tendiamo a non capire quanto sia difficile essere bambini, vuoi perché siamo sempre di fretta, travolti da mille impegni. Ci passiamo tutti, è normale. Cari mamme e papà, la stanchezza è una parte integrante dell’essere genitori. Figli super obbedienti non esistono: le lotte quotidiane, le incomprensioni, le sfide di ogni giorno, fanno parte del cammino che ogni famiglia percorre assieme. Ma quante soddisfazioni! Piccole, grandi sfide La collana Piccole, grandi sfide di Alberto Pellai e Barbara Tamborini (De Agostini editore), cattura l’attenzione proprio su quei momenti…

In sintesi

Leggibilità
Storia
Prezzo

Utili

Conclusione : Libri utili a tutta la famiglia, per affrontare i piccoli ostacoli quotidiani senza ansie, per trasformarli in possibilità di crescita per tutti.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Mac Barnett e Jon Klassen, Sam e Dave scavano una buca

«Sam e Dave scavano una buca» di Mac Barnett e Jon Klassen

«Sam e Dave scavano una buca» di Mac Barnett e Jon Klassen: uno degli albi più geniali di sempre.

Luisa Aguilar, Orecchie di farfalla

«Orecchie di farfalla», di Luisa Aguilar

«Orecchie di farfalla» di Luisa Aguilar è un modo originale per affrontare la diversità e combattere le prese in giro.