Home > Libri > Il ciliegio di Isaac, di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron
Il ciliegio di Isaac, di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron
Particolare della copertina del libro «Il ciliegio di Isaac»

Il ciliegio di Isaac, di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron

Possiamo raccontare la terribile realtà dei campi di concentramento nazisti ai bambini? Possiamo raccontare cosa accadde allora senza andare a forzare in maniera indelebile la loro fantasia? O dovremmo tacere? Aspettare che crescano e proteggerli da tali terribili fatti? Renderli ignoranti – nel senso che ignorano – per amore?

Io credo sia giusto raccontare la verità ai bambini, per questo motivo ho apprezzato molto Il ciliegio di Isaac di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron in libreria per le Edizioni Paoline. Un albo difficile, come difficile è la storia che vuole raccontare, ma contemporaneamente colmo di verità e amore.

Il ciliegio di Isaac, di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron

«Il ciliegio di Isaac», di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron

Il ciliegio di Isaac

Ho dimenticato chi mi rasò i capelli, chi mi fece indossare una casacca a righe, sporca e logora, troppo grande per proteggermi dal freddo. Qualcuno marchiò con l’inchiostro blu un numero sul mio braccio proteso. Mi ero così chiuso in me stesso che non sentii le punture del tatuaggio e le urla dei soldati.

Isaac è un bambino, deportato in un campo di concentramento. È solo, spaventato, ha freddo, come freddo sentiamo noi nel leggere e ammirare le tavole che accompagnano il racconto. Ma per fortuna anche in luoghi tanto miserabili esistono persone capaci di amare. Così Isaac incontra Rasìm, uno zingaro, che mettendo in pericolo la sua vita lo aiuta, lo nutre, lo protegge.

Credo sia giusto raccontare queste storie ai bambini. Hanno il diritto di sapere, nostro compito è rendere quel passato meno violento e forse più accettabile ai loro occhi. Ci sono riuscite Lorenza Farina e Anna Pedron: da parole dense ma mai scontate fino a disegni volutamente freddi ma contemporaneamente ricchi di speranza.

Possiamo raccontare la terribile realtà dei campi di concentramento nazisti ai bambini? Possiamo raccontare cosa accadde allora senza andare a forzare in maniera indelebile la loro fantasia? O dovremmo tacere? Aspettare che crescano e proteggerli da tali terribili fatti? Renderli ignoranti – nel senso che ignorano – per amore? Io credo sia giusto raccontare la verità ai bambini, per questo motivo ho apprezzato molto Il ciliegio di Isaac di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron in libreria per le Edizioni Paoline. Un albo difficile, come difficile è la storia che vuole raccontare, ma contemporaneamente colmo di verità e amore.…

In sintesi

Storia
Leggibilità
Illustrazioni
Prezzo

Una lettura necessaria

Conclusione : Un albo capace di far riflettere tutta la famiglia, un argomento difficile ma sapientemente ammorbidito per i più piccoli

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l’attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

1 Commento

  1. Gentilissima, Anna, grazie di cuore per questa profonda recensione sul mio libro “Il ciliegio di Isaac”, Edizioni Paoline, illustrazioni di Anna Pedron dove viene evidenziata la necessità e l’importanza di raccontare ai bambini argomenti “forti” come la Shoah, basta usare “parole dense ma mai scontate e.. disegni volutamente freddi ma contemporaneamente ricchi di speranza”. Insieme per non dimenticare, oggi più che mai!
    Lorenza Farina

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Io sono soltanto una bambina

Io sono soltanto una bambina, di Jutta Richter

«Io sono soltanto una bambina» è un bel libro di Jutta Richter (traduzione Bice Rinaldi, illustrazioni Hildegard Müller) che narra le vicende di Hanna.

L'invenzione che ho inventato

L’invenzione che ho inventato, di Alice Montagnini

«L'invenzione che ho inventato» è un albo illustrato di Alice Montagnini con disegni di Rebecca Serchi che si concentra sulla creatività dei bambini.