Il mondo ti aspetta

Il mondo ti aspetta: Kobi Yamada ci invita ad avere fiducia in noi stessi

A volte, noi adulti, pur essendo perfettamente consapevoli che i bambini necessiterebbero di maggiore autostima, fatichiamo a prendere in mano la situazione. Inoltre, anche se ci avvisano con messaggi più o meno velati – maestre, amiche ecc. – non sappiamo bene come muoverci. A nostra discolpa bisogna dire che sottolineare la mancanza di autostima e il cercare di costruirla sono due cose nettamente diverse, capaci di mandare in crisi anche i genitori più bravi del pianeta.

I nostri figli vantano periodi più o meno felici. Anche a loro capita di dover affrontare una sconfitta, un brutto voto a scuola o un’amicizia traballante. Se per noi adulti questi possono sembrare inciampi lievi, per loro possono rilevarsi vere e proprie catastrofi. Dai piccoli intoppi si passa alla catastrofe: sono una schiappa, non riuscirò MAI a farcela. Il passo è abbastanza breve.

Non c’è nulla di male, sia chiaro: un attimo di sconforto capita a tutti; ma non tutti possono trovare un valido supporto su cui fare affidamento. E volte noi genitori siamo troppo di corsa per comprendere a fondo il dilemma.

Per tutti i bambini che hanno davvero bisogno di colorare i loro sogni, ecco un libro che fa al caso nostro: Il mondo ti aspetta di Kobi Yamada, illustrato divinamente da Gabriella Barouch (traduzione di Giulia Genovesi, Terre di mezzo editore).

Il mondo ti aspetta

Il mondo ti aspetta

Non una storia, ma una sorta di raccolta di messaggi e tavole molto particolari, densi, capaci di infondere coraggio e speranza a chiunque li osservi.

Con brevi frasi l’autore si rivolge a una bambina con uno stranissimo copricapo a forma di uccello accompagnata da uno strambo maialino. Eppure il lettore si sente immediatamente coinvolto nella narrazione come catturato dalle pagine stesse del libro, e la domanda iniziale da sola vale ogni motivo di lettura:

Perché sei qui? Te lo sei mai chiesta?

Sarà che sono alle prese con una pre-adolscente incuriosita e contemporaneamente impaurita dal mondo, capace di stravolgere ogni abitudine ed equilibrio per trascinarti in nuove incredibili realtà da esplorare; sarà che è una bambina e quindi il trasporto verso la protagonista del libro è evidente ma perché sei qui? è una domanda che bambine e bambini si pongono spesso. Soprattutto mia figlia, mentre assorta sembra voler accogliere le novità del mondo rimanendo contemporaneamente aggrappata con tutte le proprie forze al suo essere bambina, nonostante tutto.

Tu sei unica. Non esiste e non esisterà mai un’altra come te. Puoi fare tanto.

Queste poche e semplici parole rispondo all’attacco iniziale di questo articolo. Costruire autostima è un passaggio lungo e complesso, ma un libro può aiutare Frasi così semplici e dirette sono sicuramente indispensabili per costruirsi un nuovo futuro. Per rispondere a domande mai espresse, e continuare a esplorare serenamente il domani.

La vita è tua. Esplora. Osserva.

Gli splendidi disegni

Il mondo ti aspetta

Il mondo ti aspetta è un albo non facile, anche se apparentemente tavole e testi possono sembrare brevi e chiari. Non facile, perché da solo riesce a scuotere identità e coscienze, a donare momenti di riflessione a qualsiasi età.

I disegni, scrivevo, sono semplicemente divini: puliti e chiari, ricchi di dettagli, onirici. Con la protagonista del libro corriamo e osserviamo, esploriamo e viaggiamo. Conosciamo senza sosta luoghi ed emozioni nuove, avvolti da paesaggi fantastici che sembrano volerci prendere per mano per accompagnarci verso possibilità mai accettate.

Un inno alla vita davvero speciale, scritto da un autore che vede per le figlie un futuro denso e da scoprire, ma consapevole che il domani è nelle loro mani, nella loro comprensione della realtà, nelle domande che faranno per crescere.

A volte, noi adulti, pur essendo perfettamente consapevoli che i bambini necessiterebbero di maggiore autostima, fatichiamo a prendere in mano la situazione. Inoltre, anche se ci avvisano con messaggi più o meno velati – maestre, amiche ecc. – non sappiamo bene come muoverci. A nostra discolpa bisogna dire che sottolineare la mancanza di autostima e il cercare di costruirla sono due cose nettamente diverse, capaci di mandare in crisi anche i genitori più bravi del pianeta. I nostri figli vantano periodi più o meno felici. Anche a loro capita di dover affrontare una sconfitta, un brutto voto a scuola o…

Score

Storia
Leggibilità
Illustrazioni
Prezzo

Da leggere insieme

Conclusione : Un albo onirico ma aggrappato con forza al presente; se fosse per gli adulti lo definirei un self help, ma trattandosi di un albo illustrato per tutti lo definisco semplicemente un libro bellissimo, da leggere insieme.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

L'amica fantasma

L’amica fantasma: Sabrina Rondinelli racconta il lutto ai ragazzi

L'amica fantasma è un romanzo di Sabrina Rondinelli che spiega a ragazze e ragazzi come affrontare il luto per la morte di una persona amica.

Helen Oxenbury

Mi diverto. Mi vesto. Al lavoro. Amici: i libri per l’infanzia di Helen Oxenbury

I libri per bambini di Helen Oxenbury sono veramente ben fatti: scopri le storie raccontate in Mi diverto, Mi vesto, Al lavoro e Amici.