Anastasia, di nuovo

Anastasia, di nuovo! Lois Lowry scrive un romanzo completo

Amo i libri senza morale: non hanno pretese di voler insegnare, divertono e coinvolgono. E quando questi romanzi sono dedicati ai ragazzi e alle ragazze hanno l’indiscusso pregio di piacere, praticamente sempre, anche ai più schizzinosi e pigri. Anche ai ragazzi “Io odio leggere”, perché semplicemente riescono a raccontare e divertire, a far immaginare luoghi e persone, a far amare la lettura, quella lettura che nasce dal piacere e non dal dovere. Quella lettura che dovremmo imparare a conoscere, tutti noi.

Anastasia, di nuovo! di Lois Lowry (traduzione di Enrico Santachiara, 21lettere), è un romanzo spassoso che racconta le vicende di Anastasia, ragazzina di dodici anni normalissima, felice e curiosa, che deve affrontare alcuni cambiamenti ma tutto sommato, a parte un inizio tendenzialmente tragico, si rialza in fretta e va avanti a testa alta.

“In periferia!” esclamò Anastasia. “Ci trasferiremo in periferia? Non voglio crederci. Non voglio credere che mi abbiate davvero fatto questo. Appena finisco il mio budino mi butto dalla finestra”.

“Siamo al piano terra”, le ricordò sua madre.

Bastano queste poche righe per inquadrare Anastasia, perché lei è così: è vita e futuro, è cultura e amore, è felicità e amicizia.

Anastasia, di nuovo!

Lois Lowry, Anastasia, di nuovo!

I suoi genitori si amano e sono entrambi vivi (lo sottolineo perché ultimamente i romanzi per ragazzi propongono scene davvero drammatiche di orfani di madre o padre, o entrambi: i genitori di Anastasia sono vivissimi). Il papà è un professore universitario e poeta, e addirittura pubblica le sue poesie quindi è pure soddisfatto; la mamma è una pittrice un po’ defilata dopo la nascita dei figli, ma pronta a rimettersi al centro del mondo, centro dove anni prima era arrivata con merito. Il fratellino di Anastasia è un normalissimo bambino di due anni e qualcosa, porta il pannolino ma ha un vocabolario decisamente sviluppato, tanto che sembra un professore. Può risultare molto simpatico o stranissimo, a seconda di cosa si vuole vedere.

Cosa mai può andare storto in questo quadro familiare così perfetto? Nulla! Solo che, semplicemente, i genitori di Anastasia decidono di cambiare casa, di andare a vivere in una villetta in periferia per avere più spazio.

Nuova casa e nuove conoscenze

In questa nuova casa Anastasia vuole una torre, convinta di mettere in difficoltà genitori e agente immobiliare, e invece… la torre c’è. Non solo: c’è uno studio con camino, una stanza luminosa dove dipingere, camere ampie e spazi verdi. Ma soprattutto Anastasia e suo fratello fanno conoscenza con una scorbutica vicina, una signora anziana che si rivelerà una donna sola, pronta a farsi prendere per mano anche da due bambini pur di ritrovare la gioia della compagnia.

Anastasia andò in camera sua col muso lungo. Quando era imbronciata, teneva sempre la porta aperta. Era diventata una maestra in questo e la sua arte consisteva proprio nel far vedere agli altri di essere offesa. Ecco perché teneva la porta aperta. Si estese in bella vista sul letto, il posto migliore per quelle occasioni. Ma se nessuno passava davanti alla camera a lungo andare si annoiava a tenere il broncio. Così per impiegare il tempo tirò fuori il quaderno nel quale voleva scrivere un romanzo giallo. Già da un anno intendeva farlo, non appena fosse riuscita a trovare un titolo che la convincesse. L’idea di scrivere proprio un giallo le era venuta da quando si era accorta che i misteri che coinvolgevano Nancy Drew non avevano nulla di reale. Dove trovavi nella realtà case infestate, scale a chiocciola o candelabri? Nonostante questo la vita reale – soprattutto la vita reale di Anastasia – era piena di misteri.

Un romanzo completo

Scritto benissimo Anastasia, di nuovo! è un romanzo completo, divertente, ricco di amicizie di ogni genere e di aneddoti legati all’adolescenza alle porte, di primi amori e momenti imbarazzanti. Bambini, adolescenti, adulti e anziani sono completi, ben descritti e armonizzati con l’ambiente narrato. E il titolo (uno dei tanti del suo romanzo):

Il mistero del perché alcune volte odi l’idea di una cosa, ma poi quella stessa ti piace.

Potrebbe diventare il mio nuovo mantra.

Amo i libri senza morale: non hanno pretese di voler insegnare, divertono e coinvolgono. E quando questi romanzi sono dedicati ai ragazzi e alle ragazze hanno l’indiscusso pregio di piacere, praticamente sempre, anche ai più schizzinosi e pigri. Anche ai ragazzi “Io odio leggere”, perché semplicemente riescono a raccontare e divertire, a far immaginare luoghi e persone, a far amare la lettura, quella lettura che nasce dal piacere e non dal dovere. Quella lettura che dovremmo imparare a conoscere, tutti noi. Anastasia, di nuovo! di Lois Lowry (traduzione di Enrico Santachiara, 21lettere), è un romanzo spassoso che racconta le vicende…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Ottima lettura

Conclusione : Un bellissimo romanzo per bambini e bambine dai 10 anni, completo di avventura, normalità e una buona dose di adolescenza, il giusto per stravolgere ogni quotidianità.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

La casa delle meraviglie

La casa delle meraviglie: Anna Vivarelli racconta le avventura di una bambina e del suo papà

Leggi La casa delle meraviglie di Anna Vivarelli scopri la vita di Emma e di suo papà e impara a riflettere sui cambiamenti della vita.

Elise e il cane di seconda mano

Bjarne Reuter racconta la storia di Elise e il cane di seconda mano

Leggi la storia di Elise e il cane di seconda mano e scopri la vita di una famiglia che decide di prendere un cane e ne sceglie uno speciale.