Il re della foresta

Il re della foresta: Attilio Cassinelli risponde ad alcuni grandi perché

Ci sono favole e favole. Favole dalla morale impeccabile e favole che ti fanno sorridere. Dalla prima all’ultima pagina. Questa sensazione di beato divertimento è proprio quella che ho provato sfogliando Il re della foresta, di Attilio (in libreria per le edizioni Lapis).

Dalla storia alle immagini questo delizioso libro riesce a divertire e insegnare, senza mai cadere nella predica. A farci riflettere sul difficile argomento del genere maschile e femminile, e a rispondere a una domanda, anzi la possiamo tranquillamente definire LA domanda: perché il leone ha la criniera e la leonessa no?

Sicuramente ve lo sarete chiesti anche voi, o forse no… ma i bambini e le bambine, sì. Ve lo posso assicurare.

Il re della foresta

Il re della foresta

Siamo in Africa. Un giorno gli animali si svegliano in grande fermento: l’elezione del loro Re è finalmente arrivata. Il candidato favorito è il leone: ambizioso e un pochino tronfio (questo l’ho aggiunto io, l’autore è molto gentile nei confronti del leone).

Ma, leone e leonessa all’epoca della storia erano entrambi senza criniera, si assomigliavano. Da questo fatto al dubbio del leone, che evidentemente così sicuro di sé non era, il passo è breve:

“Quante probabilità avrò di venire eletto se assomiglio in tutto e per tutto a una femmina?” Si chiedeva disperato il leone. “ben poche davvero!”

Ma ci pensate? Un re leone senza criniera? Un re senza barba?

Quale enorme dilemma…

Dai suggerimenti più disparati leone e leonessa alla fine si rivolgono a Kuninga lo stregone. Colui (o colei?) che risolve i problemi. Tutti i problemi.

Dopo tanti tentavi, dalle piante alle corna del cervo, dalle code di rospo a quella della volpe, il nostro leone rimane senza “corona”. Eppure… la coda di volpe attira l’attenzione della leonessa che ritenendola “graziosa” decide di mettersela al collo.

Da questo alla criniera alla festa generale di tutti gli animali è fatta: finalmente un RE! Ma nessuno si è accorto che in realtà a indossare la criniera è la leonessa.

Una storia veramente preziosa

Il re della foresta

Non ho intenzione di svelarvi il finale, ma preparatevi a ridere, sorridere, sogghignare e sognare.

Una storia davvero insolita, capace di farci riflettere. Di andare oltre il genere per ammirare la vita, così come ci viene presentata (e non sempre è semplice).

Un merito speciale devo darlo alle illustrazioni: pulite, chiare, originali. Linee e colori definiti riescono a trasmettere emozioni e colpi di scena. Aiutano a immaginare e stimolano la fantasia dei più piccoli.

Ci sono favole e favole. Favole dalla morale impeccabile e favole che ti fanno sorridere. Dalla prima all’ultima pagina. Questa sensazione di beato divertimento è proprio quella che ho provato sfogliando Il re della foresta, di Attilio (in libreria per le edizioni Lapis). Dalla storia alle immagini questo delizioso libro riesce a divertire e insegnare, senza mai cadere nella predica. A farci riflettere sul difficile argomento del genere maschile e femminile, e a rispondere a una domanda, anzi la possiamo tranquillamente definire LA domanda: perché il leone ha la criniera e la leonessa no? Sicuramente ve lo sarete chiesti anche…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Originale!

Conclusione : Una storia originale per rispondere a molte, moltissime domande, e divertire.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Il grande libro dei sottomarini

Il grande libro dei sottomarini di Christian Hill, un volume da leggere e custodire

Sfoglia Il grande libro dei sottomarini e lasciati conquistare da questi spettacolari mezzi marini e da tutti i loro segreti.

Lila tre codini

Lila tre codini: Annalaura Guastini scrive una storia molto divertente

Leggi il divertente libro Lila tre codini e segui le avventure di questa ragazza di 8 anni dal fiuto dell'investigatrice perfetta.