Approfondimenti

I migliori libri per bambini di fantascienza (e anche uno sguardo a quelli per ragazzi)

La fantascienza è un genere letterario e come tale ha regole ben precise. Regole difficilmente rispettate dai singoli scrittori (e per fortuna, aggiungo!).

Alla scoperta dei libri di fantascienza

L’elemento fondamentale della fantascienza è mettere insieme ipotesi fantastiche che possono risultare più o meno credibili a livello scientifico, nel senso che potrebbero accadere perché di fatto non abbiamo idea di cosa ci riserverà il futuro. Nascono così ambientazioni futuristiche con robot e macchine volanti, e conseguenti vantaggi e svantaggi che ne potrebbero derivare, ovviamente in base alla nostra morale del presente.

È il futuro, quindi, il primo grande protagonista della fantascienza, unito a mille possibilità.

I romanzi di fantascienza non si limitano a raccontare una storia, ma inventano anche l’ambientazione e la società che supporta la narrazione: tecnologie, leggi, regole, lavori e valori di quella particolare società.

La principale differenza rispetto a un romanzo fantasy è che nel fantasy ogni dettaglio raccontato è fantasia, orchi, fate, elfi, draghi ecc. mentre nella fantascienza no: qualcosa un domani potrebbe davvero esistere così come descritto nel romanzo.

Quali sono i migliori libri per bambini di fantascienza?

Alcuni romanzi di fantascienza sono amati ancora oggi da un pubblico molto ampio, trovano consensi nelle nuove generazioni e riescono a conquistare nonostante il passare degli anni (e le conseguenti verità disattese, come macchine volanti o macchine del tempo). Hanno un pubblico molto attento e appassionato capace di dare vita a convention e sfilate per mostrare al mondo il suo amore verso questo genere letterario.

Bambini e adolescenti del 2020 iniziano però a risentire delle storie, di fatto datate, dei grandi classici della fantascienza. Il mercato cerca di proporre nuove storie, più adatte alle loro esigenze. Romanzi che rispettano le “regole” del genere, ma provano a portare all’attenzione nuove storie da scoprire.

In questa lista quindi troverete sia grandi classici che alcune novità recenti, per tutti i gusti!

Libri di fantascienza per bambini e bambine

Iniziamo con i le proposte per i più piccoli ovvero i migliori libri per bambini di fantascienza.

Il robot selvatico, di Peter Brown

libri per bambini di fantascienza

Salani sfida le grandi storie di fantascienza proponendo un protagonista che, di fatto, è un grande classico in chiave moderna. Parliamo de Il robot selvatico di Peter Brown, anzi un robot femmina per l’esattezza.

Rozzum 7134, Roz per gli amici, è naufragata da sola in un’isola selvaggia, e, come un Robinson Crusoe, deve adattarsi e cercare di sopravvivere, assieme agli animali e alla natura. Non certo un luogo ideale per un robot!

Nato da un disegno, un robot sopra un albero, questa storia colpisce per originalità e messaggio positivo trasmesso.

Robots, di Matt Dixon

Un albo illustrato fantascientifico, ma carico di empatia, è Robots di Matt Dixon. Un libro di grande formato, con illustrazioni molto antropomorfe tanto che sfogliandolo ci si ritrova a chiedere se i tanti robot proposti non siano in realtà le nostre umane emozioni…

Gita sulla Luna, di John Hare

libri per bambini di fantascienza

Babalibri ci suggerisce di viaggiare… sulla Luna con Gita sulla Luna, meraviglioso silent book di John Hare.

La gita scolastica quest’anno ha deciso di superare ogni confine e di andare direttamente nello spazio! Quale sogno è mai questo? Conosco tantissimi bambini e bambine che si metterebbero già in fila per visitare i Pianeti e le Stelle.

Questo albo ci racconta la storia di un piccolo astronauta che, distratto, non si rende conto di essere rimasto da solo sulla Luna visto che la classe è già ripartita. Cosa farà il nostro eroe? Amicizia con gli extraterrestri, ovvio!

Norby, il robot scombinato, di Isaac Asimov

Ora un grande classico, un imperdibile romanzo di Isaac Asimov scritto e pensato per i lettori più giovani: Norby, il robot scombinato.

La storia ci presenta Norby un robot unico perché capace di sottrarsi alle tre leggi della robotica, come rifiutarsi di obbedire agli ordini… Imprevedibile, buffo questo protagonista meriterebbe di venire riscoperto da ogni appassionato. Norby ha ovviamente un amico e un cattivo da sconfiggere.

Libri di fantascienza per ragazzi e ragazze

Nel caso di lettrici e lettori più grandicelli, ecco alcuni consigli di lettura.

Io, Robot, di Isaac Asimov

Partiamo con un grande classico, intramontabile. Unico e imperdibile per ogni ragazzo o ragazza curioso di scoprire questo genere letterario. Perché a lui si sono ispirati i successivi e a lui dobbiamo ogni filone successivo: Io, Robot, di Isaac Asimov.

Più storie con protagonisti robot e le relazioni con gli umani, le tre leggi della robotica, le interazioni, le possibilità non esposte ma immaginate: questo libro ha oltre 70 anni e ancora rimane il pilastro della narrativa fantascientifica.

Sopravvissuto. The martian, di Andy Weir

libri per bambini di fantascienza

Un bel libro, da cui hanno tratto anche il film Ridley Scott, è Sopravvissuto. The martian. Andy Weir ci presenta il pianeta rosso in tutto il suo mistero proponendoci la storia di un astronauta abbandonato proprio su Marte dove cerca in tutti i modi di sopravvivere con ingegno e conoscenza.

Ventimila leghe sotto i mari, di Jules Verne

Un altro grande classico capace di esplorare confini e immaginare mondi possibili è Ventimila leghe sotto i mari, di Jules Verne.

L’importanza del genere fantascientifico nelle letture di bambine, bambini e ragazzi

Cerchiamo di riproporre questi volumi ai ragazzi e alle ragazze perché nonostante gli anni… non dimostrano affatto la loro età! Un’avventura una esplorazione impossibile, una possibilità ancora oggi attuale: la vastità del mare che ci circonda e nasconde luoghi ancora inesplorati.  

Foto | Krisdof via Depositphotos

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio