Libri

Anastasia fermo posta di Lois Lowry: intrighi, segreti, amore e gioventù

Se state attraversando un periodo no, uno di quelli che faticano a sciogliersi e tendenzialmente lasciano KO chiunque, vi suggerisco di fermarvi un attimo per conoscere la fantastica Anastasia. Sia che siate ragazzi o ragazze, sia che siate adulti. Perché le risate che mi ritrovo ad assaporare ogni volta che sfoglio un libro di Lois Lowry sono davvero uniche e inimitabili.

21lettere presenta un nuovo favoloso volume: Anastasia fermo posta (traduzione di Irene Zombolo). In esso c’è la tredicenne Anastasia alle prese con un amico di penna e un matrimonio…

Anastasia fermo posta

Nulla di sconvolgente, penserete. Insomma. Se considerate che l’amico di penna arriva da un annuncio per incontri e che Anastasia se lo ritrova al matrimonio… capirete che la situazione è a dir poco fuori controllo!

Si mise la rivista sotto il braccio e si diresse verso la sua camera, al terzo piano. La sua camera dove c’era la scrivania. La scrivania su cui si trovava la sua penna a sfera migliore, a punta sottile. Aveva intenzione di scrivere una lettera. Anastasia avrebbe scritto a un MBS, ventotto anni, fascino giovanile, ricco ereditiere, in cerca di una donna alta, non fumatrice, per condividere vacanze ai Caraibi, repliche del film Casablanca e una storia romantica.
Anastasia era soltanto una tredicenne, ma quindici anni non sembravano costituire una differenza d’età così grande. Il padre di Anastasia era più vecchio di sua madre di dieci anni, perbacco. La cosa importante era essere sulla stessa lunghezza d’onda.
E Anastasia era abbastanza sicura di essere sulla stessa lunghezza d’onda di MBS.

Mentre Anastasia scrive improbabili lettere al suo amico di penna, le comunicano che deve fare da damigella d’onore al matrimonio della sorella della sua carissima amica Meredith. Intanto lei e le sue amiche decidono di darci un taglio con gli uomini. In particolare stabiliscono di evitare il deodorante e di smettere di truccarsi (non lo fanno ancora, ma questo è un dettaglio).

“Ci darò un taglio… con gli uomini, definitivo, da questo momento in poi”, continuò Sonya.
Anastasia sbatté le palpebre. Non aveva prestato attenzione. Però sia Daphne che Meredith si erano fermate ed entrambe si erano girate a guardare Sonya, il cui viso lentigginoso e paffuto esprimeva risolutezza. Anche Anastasia si mise a guardarla.
“Sonya”, le fece notare, “è come se uno smettesse di fumare senza aver mai fumato in vita sua. Non vuol dire nulla”.
“Giusto”, concordò Daphne Bellingham, scuotendo la sua chioma bionda col cappello azzurro fatto a mano. “Come fai a darci un taglio se non hai mai avuto nessun tipo di coinvolgimento con gli uomini?”
Sonya si accigliò. “Insomma”, disse, “mi sono espressa male. Volevo dire che ho deciso di lasciar perdere con la ricerca degli uomini”.

Capite bene che la storia si fa davvero incredibile. Tra matrimoni che rischiano di saltare a causa di un improbabile secondo nome, colpi di testa possibili a eventi del genere, amici di penna che quasi si materializzarsi sotto casa e lobotomie varie, l’incredibile Anastasia riesce anche in questo romanzo a conquistare e scatenare risate di cuore.

Imperdibile.

Ah sì, un dettaglio. Anch’io come la mamma di Anastasia ho letto solo le parti sulla pace di Guerra e pace. Lei perché di guerra non vuole sentir parlare tanto meno leggere, io per noia. Fatevene una ragione.

Disclaimer: su alcuni dei titoli linkati in questo articolo, Libri e bambini ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi per l’utente finale. Potete cercare gli stessi articoli in libreria, su Google e acquistarli sul vostro store preferito.

I nostri voti

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Divertente!

Se ancora non avete conosciuto Anastasia dovete porvi rimedio quanto prima: fantastica!

User Rating: Be the first one !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio