mini gialli dell’ortografia
L’ispettore Ortografoni e i mini gialli dell’ortografia

L’ispettore Ortografoni e i mini gialli dell’ortografia

Imparare divertendosi è da sempre la soluzione migliore. Motivazione e attenzione aumentano e contemporaneamente è possibile andare a consolidare apprendimenti importanti o proporne di nuovi. La serie I mini gialli dell’ortografia delle Edizioni Erickson è perfetta per questo scopo.

Accompagnati dal simpatico Ispettore Ortografoni e dalla sua assistente Agata, i bambini devono risolvere misteri e scoprire colpevoli risolvendo giochi ed enigmi collegati all’apprendimento della lingua italiana.

I libri sono divisi in cinque livelli e permettono di imparare, sviluppano le competenze ortografiche e lessicali, divertendosi.

Per gli scettici: ho provato i libri con entrambi i figli e assicuro che sono un successo garantito.

L’ispettore Ortografoni e i mini gialli dell’ortografia
L’ispettore Ortografoni e i mini gialli dell’ortografia

I mini gialli dell’ortografia

Ambientati a Londra, i cinque mini gialli dell’ortografia propongono diversi misteri: dal furto dei gioielli della corona, alle rapine, alla scomparsa del teschio di cristallo fino al sabotaggio del Big Bang. Protagonisti sono sempre l’ispettore Ortografoni, un fox terrier temuto dal mondo del crimine, e Agata, un uccellino assistente. Ogni storia presenta un grande mistero da risolvere e cinque originali sospettati.

Gli esercizi

Gli esercizi proposti permettono di imparare, tramite ad esempio cruciverba o tautogrammi, approfondendo così diversi argomenti come doppie, suoni simili ecc. Soprattutto permettono di scoprire gli indizi per individuare il colpevole. Le soluzioni dei vari enigmi/esercizi consento infatti ai bambini di notare dettagli utili per aiutare l’ispettore Ortografoni a capire chi ha commesso il reato.

Lo schema “Raccolta degli indizi” permette ai bambini di attaccare gli stickers corrispondenti.

L’ispettore Ortografoni e i mini gialli dell’ortografia
L’ispettore Ortografoni e i mini gialli dell’ortografia

Perché ci piace

Come accennavo all’inizio del racconto, ai bambini questa collana piace moltissimo. Amano le storie dell’ispettore Ortografoni, introdotte con bellissimi fumetti a colori; eseguono gli esercizi con estrema soddisfazione soprattutto perché le consegne sono chiare e riescono a eseguirli in autonomia. Si divertono un mondo ad attaccare gli stickers/indizi raccolti durante la lettura, e quando finalmente scoprono il colpevole sono super soddisfatti del proprio lavoro. E i genitori lo sono altrettanto perché senza fatica, senza sbuffi e brontolii si sono esercitati, hanno capito moltissimi dettagli della lingua italiana e i risultati si vedono. Eccome se si vedono!

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Gli Inadottabili

Gli Inadottabili, i geniali personaggi di Hannah Tooke

Scopri la storia de Gli Inadottabili in cui Hannah Tooke ci narra di cinque orfani che riescono ad andare avanti in barba agli adulti.

Poldino

Poldino, il polpo che aiuta a conoscere i propri talenti

Poldino è un bell'albo di Chiara Sorrentino illustrata da Beatrice Bencivenni che invita i più piccoli a scoprire i propri talenti.