Scava con ArcheoKids

Scava con Archeokids. Il manuale del giovane archeologo

Da qualche giorno mio figlio ha un metal detector. Regalo di un nonno super gentile avuto dopo una precisa richiesta per la promozione in classe seconda. Richiesta che, lo ammetto, mi ha lasciata senza parole. Un metal detector non è esattamente ciò che ti aspetti come oggetto del desiderio di un bambino di sei anni. Questo prima di capire che il fine è trovare tesori, scavando. Il dove è ancora in via di evoluzione.

Trovare, scavare, scoprire sembra sia una passione custodita da alcuni anni (non molti, considerando che il pargolo ne ha sei, ma comunque abbastanza da lasciarci storditi), e qui nessuno lo ostacola. Quindi ci ritroviamo sparsi per casa sassi di ogni genere, giochi dove bisogna scavare e scoprire pietre e minerali nascoste, pezzi di legno, bacchette, e ora, immagino, anche metalli di dubbia natura.

Scava con Archeokids
Scava con Archeokids

Non so se questo si possa considerare una passione per gli scavi in generale e per l’archeologia in particolare, certo è che il volume Scava con Archeokids. Il manuale del giovane archeologo (Editoriale Scienza) è arrivato proprio al momento giusto.

Scava con Archeokids

Scritto da cinque archeologi e illustrato da Stefano Tognetti, il volume risponde in maniera approfondita e divertente a tutte le incredibili domande dei bambini. Grazie alle illustrazioni e ai giochi proposti riesce a dare il giusto peso a conoscenza e immagini così da rendere il tutto più spassoso.

Scritto in maniera semplice ma impeccabile, il volume accompagna i bambini alla scoperta del mondo dell’archeologia. Inizia sottolineando come l’archeologo è colui che ricostruisce il passato dell’uomo attraverso lo studio delle fonti materiali.

Fermi tutti, se conoscete i bambini sapete perfettamente che esattamente a questo punto, quindi a pagina 8, si bloccano per chiedere cosa sono le fonti materiali. Ma gli autori evidentemente conoscono davvero bene i loro lettori, infatti subito chiariscono.

Che cos’è una fonte materiale?

Scava con Archeokids

Dietro ogni oggetto c’è qualcuno che lo ha pensato con la propria testa, lo ha realizzato con le proprie capacità, lo ha usato e, a volte, anche riciclato, e infine lo ha buttato perché era rotto, o seppellito perché aveva per lui un valore particolare.
Attraverso le fonti materiali, anche chi non sa scrivere o chi non è importante ha lasciato un segno nella storia dell’umanità.

Il volume spazia su diversi argomenti, dalle curiosità dei bambini: come si diventa archeologi? Cosa deve fare un archeologo? Alla stratificazione spiegata come un super panino!

Il manuale del giovane archeologo

Scava con Archeokids

Come accennavo, oltre alle tantissime nozioni nel libro sono presenti anche giochi e esperimenti, e una serie di schede di approfondimento per conoscere importanti siti archeologici: Troia, l’Esercito di terracotta, Machu Picchu, Pompei, Stele di Rosetta, Grotte di Lascaux.

La mia personalissima impressione è che Scava con Archeokids è un vero e proprio gioiellino, riesce a catturare l’attenzione dei lettori senza mai stancare, propone tantissime nozioni ma in maniera tale da rendere il tutto non solo divertente da leggere ma anche da scoprire e provare.

Vi invito a leggerlo, custodirlo e provarlo.

Da qualche giorno mio figlio ha un metal detector. Regalo di un nonno super gentile avuto dopo una precisa richiesta per la promozione in classe seconda. Richiesta che, lo ammetto, mi ha lasciata senza parole. Un metal detector non è esattamente ciò che ti aspetti come oggetto del desiderio di un bambino di sei anni. Questo prima di capire che il fine è trovare tesori, scavando. Il dove è ancora in via di evoluzione. Trovare, scavare, scoprire sembra sia una passione custodita da alcuni anni (non molti, considerando che il pargolo ne ha sei, ma comunque abbastanza da lasciarci storditi),…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Stimolante

Conclusione : Un libro indispensabile per scoprire tutto ciò che dobbiamo sapere sull’archeologia, per stimolare i bambini a cercare e scoprire, e a scavare.

Voto Utenti : 4.9 ( 1 voti)

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

La mia prima mitologia a fumetti

La mia prima mitologia a fumetti: bell’albo di Mirza Sandrine con illustrazioni di Clotka

Scopri La mia prima mitologia a fumetti e immergiti nella lettura delle storie per conoscere meglio le storie degli antichi dei dell'Olimpo.

bestie preistoriche

Alla scoperta delle bestie preistoriche con un meraviglioso libro pop up

Sfoglia l'albo Bestie preistoriche di Dean R. Lomax e scopri gli animali del passato grazie ai pop up veramente fatti bene.