come leggere ai bambini piccoli

Come leggere ai bambini piccoli

La lettura a quattro mani è un’attività molto divertente da fare con i bambini. Riuscire a giocare con loro, utilizzando anche libri e storie, non solo rende la giornata molto piacevole, ma suscita anche un sano e naturale interesse dei più piccoli verso i libri e sviluppa le loro capacità di ascolto e attenzione. Inoltre, recenti ricerche sostengono che leggere a voce alta ai bambini sostiene lo sviluppo del linguaggio.

Quindi, se ancora non l’avete fatto, vi consiglio vivamente di dedicare un po’ di tempo a leggere insieme favole, filastrocche, albi colorati e avvincenti, perché fa bene a loro ma anche a voi.

Come leggere ai bambini piccoli: i nostri consigli

Prima di soffermarci sul come leggere ai bambini piccoli vorrei aprire una parentesi per i piccolissimi, dagli 0 ai 2 anni. Coinvolgerli in questa attività può risultare più difficile, ma se provate a proporre canzoni e filastrocche scoprirete che non vogliono più smettere. In questo modo, oltre a curare la vostra relazione con loro potreste riscoprire suoni e ritmi oramai dimenticati.

Scegliere insieme la lettura

Per prima cosa è necessario coinvolgere il bambino e la bambina. Soprattutto se state proponendo una novità o  se ancora non conoscono il magico mondo dei libri e delle storie, un ottimo consiglio è provare a scegliere assieme la prima lettura, in modo da renderli protagonisti di tutta l’attività.

Trovate un luogo tranquillo dove sedervi uno accanto all’altro, un divano ad esempio; per permettere ai bambini di esplorare e conoscere il libro assieme a voi è necessario che possano interagire con il volume, toccarlo, scoprirlo. Cercate quindi di proporre libri non troppo grandi altrimenti faticheranno a maneggiarli da soli.

L’intonazione

Una volta scelto il libro che piace a tutti e trovato il luogo migliore per dedicarvi alla lettura, può iniziare la storia. Ora dovete prestare molta attenzione all’intonazione: non solo state leggendo segni che per il momento risultano sconosciuti ai bambini, ma state anche interpretando la storia. Per catturare la loro attenzione è necessario rispettare pause e dialoghi, momenti di suspense e descrizioni. Se poi riuscite a creare voci diverse ai personaggi allora siete dei veri e propri campioni! L’intonazione vi servirà anche per scambiare le emozioni con i vostri compagni di lettura, emozioni che dai personaggi si riverseranno verso di voi: il potere delle storie è incredibile!

Come leggere ai bambini piccoli è un piacere, non un obbligo

A questo punto però vi devo avvertire, se il bambino è stanco, o in quel momento desidera giocare, non obbligatelo. Leggere insieme non è un compito scolastico, non deve diventare un’imposizione ma solo un momento di relax in famiglia da godervi entrambi. Quindi se è stanco di ascoltarvi, o se proprio quel giorno desidera fare altro non ve la prendete, ma se dovessero farsi attendere troppo… sedetevi nella postazione scelta e iniziate a leggere un nuovo incredibile libro mostrando stupore e curiosità. Attirerete sicuramente la sua attenzione.

Dove sistemare i libri in casa

Se il bambino desidera sfogliare il libro da solo e ti imita nel raccontare la storia fingendo di saper leggere: hai fatto un ottimo lavoro! Ora ti sta emulando, la storia gli piace talmente tanto da non poterne più fare a meno tanto che deve coinvolgere tutti i pupazzi e amici sparsi per casa.

Per questo motivo consiglio sempre di posizionare i libri per bambini alla loro altezza in modo che possano prenderli quando ne hanno voglia, sfogliarli e sognare anche senza di noi. In autonomia.

Foto | Kelly Sikkema on Unsplash

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

tintin

Tutto su Tintin, il personaggio creato da Hergé

Scopri tutto quello che c'è da sapere su Tintin personaggio creato da Hergé protagonista di molte avventure sia nei fumetti che nei film.

bambino che non vuole leggere

6 aspetti da considerare quando ti trovi di fronte a un bambino che non vuole leggere

Scopri cosa fare e cosa non fare con un bambino che non vuole leggere e trasforma la lettura in qualcosa di divertente e molto piacevole.