Max Halters

Max Halters: Stefan Boonen e Melvin scrivono uno spassoso manuale per stuntman

Il gioco dei bambini e delle bambine è da sempre un mondo affascinante. L’adulto li osserva invidioso mentre loro inventano, creano, stravolgono regole e gravità per dare vita a universi incredibili. Con una molletta affrontano nemici imbattibili, una bacchetta diventa una spada invincibile, un sasso un amuleto, e nel mentre saltano, corrono, si inseguono. Battagliano.

E se a questo instancabile desiderio di fare aggiungiamo una certa dose di rischio ecco che gli stessi bambini si presentano con innumerevoli lividi, bozzi, ginocchia sbucciate, e a nulla servono le sgrida degli adulti: fa parte del gioco. È per questo che poi gli autori danno vita a personaggi incredibili come Max Halters.

Max Halters è la sintesi perfetta del mondo alla portata di bambino. Ideato da Stefan Boonen e illustrato da Melvin, pubblicato in Italia da Sinnos editrice, rappresenta il personaggio ideale, perché fa cose pazzesche, dà consigli improponibili e riesce a scatenare risate di pancia talmente belle da conquistare anche l’adulto più scettico.

Prima di proseguire con la recensione di Max Halters

A questo punto della recensione devo svelare un segreto: sono riuscita a leggere il libro solo dopo diversi giorni. Mio figlio, sei anni, se ne è impossessato e anche se l’ha letteralmente divorato in pochi minuti, ha sostenuto, con aria solenne, che dopo una prima lettura aveva bisogno di più tempo per leggerlo nuovamente, perché doveva concentrarsi su alcune frasi. Per questo motivo ho chiesto a lui di aiutarmi a scrivere questo articolo che si compone di due parti fondamentali. Nella prima cercherò di presentare al mio meglio il libro, ma soprattutto Max, mentre nella seconda parte lascio la parola al seienne di casa: il suo punto di vista credo sia fondamentale per apprezzare fino in fondo questo piccolo capolavoro.

Chi è Max Halters e cosa fa

Max Halters
Stefan Boonen e Melvin, Max Halters. Manuale per stuntman

Max Halters è uno stuntman, anzi un super stuntman. Fa cose incredibili, come diventare campione mondiale di corsa con il carrello del supermercato, e riesce sempre a spuntarla. Così gli autori hanno deciso che Max potrebbe rivelarsi un’ottima guida per i bambini e le bambine, tanto da realizzare questo manuale colmo di trucchi e consigli utilissimi per superare i “normali” problemi della vita, come incontrare degli zombi o imbattersi in naufragi. Metti caso che ti dovesse capitare di vivere un’esperienza simile, ora, grazie ai consigli di Max Halters potrai superarla e diventare un super qualcosa.

Attenzione: il manuale non è adatto a chi indossa i calzini verdi. E neanche a chi ha paura degli sputi e delle brutte parole. È bene sottolinearlo.

Le super imprese vengono presentate una alla volta, con dovizia di particolari e cose da fare, come Max Halters, e NON fare e riguardano eventi normalissimi, da tutti i giorni: come fare per starsene a letto a poltrire; cosa fare quando sei senza costume; cosa fare quando sei senza amici; cosa fare se detesti le cacche di cane.

I consigli permettono a chiunque, anche agli adulti, di superare questi momenti decisamente no.

Alcune imprese del super stuntman

Ad esempio, cosa puoi fare quando sei senza costume?

Il manuale sottolinea cosa NON devi fare: non chiedi in prestito il costume al maestro Tom. Tale maestro Tom compare più volte nel libro, soprattutto nella sezione cosa NON fare. Doveva essere molto antipatico! E cosa suggerisce di fare Max Halters? Semplice di tuffarti senza costume, del resto… hai mai visto un pesce con il costume?

Divertente, surreale, fuori dagli schemi, questo libro è uno spasso: dai consigli ai disegni, riesce a catapultarti in un mondo nuovo, ma contemporaneamente conosciuto ai bambini, che sentendosi coinvolti in prima persona non smetteranno più di leggere. E di ascoltare i consigli di Max Halters.

Un’ottima lettura, ma anche una grande avventura, perché con Max non ci si annoia mai!

Nel libro troverete anche simpatici aneddoti di Max (come quando si è preso una multa per eccesso di velocità mentre correva su un carrello della spesa) pratici suggerimenti per gestire i momenti di rabbia o per apparire molto spiritoso, quiz e un poster da tagliare per costruire un super Max! Da non perdere!

La recensione di Luca

Ho letto Max Halters velocissimo, perché è molto bello.

Max è uno stuntman che fa tante imprese e spiega come fare per superare grandi difficoltà, e a chi NON chiedere mai aiuto: a TOM. Dà i consigli su come affrontare tante avventure, come le cacche di cane o la pediatra.

I disegni sono super divertenti, e c’è anche un poster per costruire Max.

Alla fine, ti senti più coraggioso, ma non ho ancora capito se Max si fa male…

Il gioco dei bambini e delle bambine è da sempre un mondo affascinante. L’adulto li osserva invidioso mentre loro inventano, creano, stravolgono regole e gravità per dare vita a universi incredibili. Con una molletta affrontano nemici imbattibili, una bacchetta diventa una spada invincibile, un sasso un amuleto, e nel mentre saltano, corrono, si inseguono. Battagliano. E se a questo instancabile desiderio di fare aggiungiamo una certa dose di rischio ecco che gli stessi bambini si presentano con innumerevoli lividi, bozzi, ginocchia sbucciate, e a nulla servono le sgrida degli adulti: fa parte del gioco. È per questo che poi gli…

Score

Storia
Leggibilità
Illustrazioni
Prezzo

Consigliatissimo!

Conclusione : Divertentissimo libro per andare oltre i confini della fantasia, sfidare le regole, e divertirsi in compagnia del fantastico Max Halters.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Il cercatore di asparagi

Il cercatore di asparagi: Alessandro Petruccelli racconta una storia di ieri per i ragazzi di oggi

Leggi Il cercatore di asparagi racconto di Alessandro Petruccelli ambientato in un tempo lontano ma che ha da dire anche ai ragazzi di oggi.

Dov'è mia sorella?

Dov’è mia sorella? Un’altra bella storia di Sven Nordqvist

Scopri l'albo illustrato Dov'è mia sorella? scritto da Sven Nordqvist e lasciati rapire dalla bellezza della storia e delle illustrazioni.