L'amica delle giraffe

L’amica delle giraffe: Arianna Di Genova racconta la passione di Anne Innis Dagg

Ognuno ha le proprie passioni. E le passioni che nascono da bambini sono, a mio avviso, le più forti, divertenti e interessanti. Se, poi, quelle stesse passioni resistono alle pressioni dell’età adulta, allora diventano sogni che si realizzano.

Certo, l’interesse per le giraffe non è cosa comune. Se poi l’appassionata inizia il suo viaggio nel lontano 1936, capiamo bene che di ostacoli ne ha incontrati parecchi, molti collegabili al genere, stereotipi ancora oggi difficili da superare.

Ma la predilezione di Anne Innis Dagg era talmente grande che non solo è riuscita a imporsi nel panorama scientifico mondiale, ma oggi ci conquista anche grazie alle parole di Arianna Di Genova, autrice del nuovo volume L’amica delle giraffe (Editoriale Scienza).

L’amica delle giraffe

Arianna Di Genova, L’amica delle giraffe

Con uno stile narrativo coinvolgente, mai banale e impeccabile, Arianna Di Genova ci racconta la storia di Anne Innis Dagg, prima ricercatrice a studiare sul campo, in Sudafrica, le giraffe. Una storia non priva di ostacoli, ma che trasmette tutto l’amore per la scoperta, la natura e, ovviamente, per queste creature.

La passione di Anne ha inizio a soli tre anni, nel 1936, quando assieme alla mamma stava visitando lo zoo di Chicago. Lì scopre queste immense e incredibili creature: le giraffe.

Quel giorno la sua vita è cambiata, per sempre. Ogni sua scelta futura viene guidata da uno solo scopo: andare in Africa per studiare le giraffe.

Scoprendo la sua storia i lettori verranno a conoscenza di moltissime informazioni, dalla particolarità delle lingue delle giraffe, che si arrotolano lungo le foglie di acacia riuscendo a staccarle dal ramo senza pungersi, alla terribile realtà dell’Apartheid.

Nel 1956 finalmente Anne, oramai laureata, riesce a partire per il Sudafrica. Ospitata da un signore un po’ scorbutico, ma gentile, accanto al ranche può finalmente osservare ben 90 giraffe!

Non tutto è semplice, però, per riuscire a farsi ospitare infatti Anne si fingerà ragazzo, perché le signorine non viaggiano da sole, e una volta scoperto l’inganno solo il suo coraggio e convinzione l’aiuteranno a superare diversi ostacoli.

– Invece di lamentarti che non riesci a scoprire nulla sulle tue giraffe, perché non le studi tu una buona volta? – mi diceva mia madre.

Aveva ragione: non c’erano scorciatoie, ero io che dovevo approfondire lo studio di queste straordinarie creature. All’università scelsi biologia, poi mi avvicinai alla genetica e, infine, sono diventata zoologa.

Un viaggio straordinario

Dal viaggio in Sudafrica al matrimonio, i figli, ma soprattutto una passione incredibile che l’ha portata a venire riconosciuta come la più grande esperta di giraffe al mondo, ovviamente anni dopo, perché una donna non può (o forse dovrei scrivere poteva?) superare i risultati di un uomo… Ma Anne va oltre i pregiudizi e gli stereotipi; va oltre ogni pensiero e aspettativa: lei studia, conosce e riesce a farsi rispettare, nonostante le mille difficoltà.

Un volume che saprà farvi aprire gli occhi su molte tematiche, dalle disparità di genere al razzismo, fino, ovviamente, alle amate giraffe.

Ognuno ha le proprie passioni. E le passioni che nascono da bambini sono, a mio avviso, le più forti, divertenti e interessanti. Se, poi, quelle stesse passioni resistono alle pressioni dell’età adulta, allora diventano sogni che si realizzano. Certo, l’interesse per le giraffe non è cosa comune. Se poi l’appassionata inizia il suo viaggio nel lontano 1936, capiamo bene che di ostacoli ne ha incontrati parecchi, molti collegabili al genere, stereotipi ancora oggi difficili da superare. Ma la predilezione di Anne Innis Dagg era talmente grande che non solo è riuscita a imporsi nel panorama scientifico mondiale, ma oggi ci…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Utile

Conclusione : Per conoscere le scienze e in particolare le giraffe, direttamente dalle parole dei suoi protagonisti.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Anastasia al vostro servizio

Anastasia al vostro servizio: scoppiettante romanzo di Lois Lowry

Con il romanzo Anastasia al vostro servizio Lois Lowry ci regala una storia scoppiettante con una trama inaspettata.

Le cose che ci fanno paura

Keren David racconta le cose che ci fanno paura

Leggi il romanzo Le cose che ci fanno paura e conosci le gemelle Lottie ed Evie che devono affrontare diversi problemi nella vita quotidiana.