Lila tre codini

Lila tre codini: Annalaura Guastini scrive una storia molto divertente

Avete presente quei personaggi dei libri che riescono a conquistarvi semplicemente immaginandoli? Ecco, è più o meno quello che mi è accaduto con Lila, l’incredibile protagonista di Lila tre codini, romanzo super divertente di Annalaura Guastini (HarperCollins).

Lila tre codini

Inizialmente la storia procede normalmente, nel senso che Lila si sveglia il giorno del suo compleanno, 8 anni – non si scherza!, parla con il suo pupazzo preferito Mister Fox, tramandato da generazioni e per questo un tantino consumato, va a fare colazione mentre sua mamma parla al telefono (uno dei quattro). Tutto abbastanza normale.

Lila si dimostra particolarmente ferrata sui misteri del tenente Colombo, ama indagare e ha un taccuino dove prende diligentemente appunti. D’altronde scoprire che la mamma ha usato 4 uova invece di 3 per fare le frittelle è una faccenda di vitale importanza. Ne converrete anche voi.

Gli strani personaggi del libro

Normale, scrivevo, fino a che Lila non inizia a vedere strane figure grigie; comincia a parlare anche con un coniglio, Colonnello Kurtz, e scopre che la nonna conversa su Facebook con un certo Piratadeisettemari (il quarto telefono serve proprio a spiare la nonna su Facebook, ma è un super segreto).

“Quindi, cocca, chi diavolo è il Pirata dei sette mari?”
“Piratadeisettemari è solo un nickname, un nome che si usa sui social network. Credo sia un nuovo amico della nonna su Facebook, lo sai come funziona, vero? La mamma, che ha quattro telefoni, la controlla di continuo”.
Kurtz fece un balzo sul letto cercando di avvicinarsi al comodino. “Be’, se tua nonna è in combutta con i pirati, mi sa che tua mamma fa bene” disse.
Lila gli sorrise. “Sai, si pensa che le nonne se ne stiano tutto il giorno a lavorare a maglia sedute su una sedia a dondolo, ma la mia è diversa. Le piacciono i misteri, le avventure e la tecnologia. Papà mi ha promesso che lunedì dopo la scuola andremo a trovarla. Non vedo l’ora di fartela conoscere! Ci tengo tanto che tu le piaccia”.

Un enigma degno di Lila tre codini!

Tra personaggi sinistri che rapiscono bulli, il che da un lato non dispiace a Lila ma comunque rimangono sinistri eccome, misteri, nuove amicizie e nonne semplicemente favolose, Lila troverà finalmente un enigma degno della sua mente. E noi lettori una storia assolutamente divertente, godibile dalla prima all’ultima pagina.

Ma quale potrebbe mai essere il grande mistero che Lila deve risolvere? Non intendo svelarvi qui i dettagli! Mettiamola così, i personaggi grigi hanno delle idee davvero insolite:

La Rigidoni prese fiato, poi continuò:
“Quest’anno, dopo trent’anni di inattività, riapriranno le porte di Ca’ Garella, sede del nostro centro estivo dedicato ai bambini rieducabili. Ricordate: un bambino annoiato è un bambino educato, e un proto-adulto è diventato! Ho concluso, e vi consiglio di informare i vostri genitori di questa fantastica opportunità educativa. Comunque, siccome i proto-adulti come voi non sono affidabili, organizzeremo una Parata Immobile per far conoscere a tutti gli adulti di Nebbiasale i nostri corsi estivi a Ca’ Garella”.

Lo consiglio per Natale, ma anche per la Befana o quando volete voi. Insomma, da leggere assolutamente perché ne vale sicuramente la pena!

Avete presente quei personaggi dei libri che riescono a conquistarvi semplicemente immaginandoli? Ecco, è più o meno quello che mi è accaduto con Lila, l’incredibile protagonista di Lila tre codini, romanzo super divertente di Annalaura Guastini (HarperCollins). Lila tre codini Inizialmente la storia procede normalmente, nel senso che Lila si sveglia il giorno del suo compleanno, 8 anni - non si scherza!, parla con il suo pupazzo preferito Mister Fox, tramandato da generazioni e per questo un tantino consumato, va a fare colazione mentre sua mamma parla al telefono (uno dei quattro). Tutto abbastanza normale. Lila si dimostra particolarmente ferrata…

Score

Storia
Leggibilità
Prezzo

Lettura perfetta

Conclusione : Divertente e assurdamente irrealistico: una storia perfetta per amare la lettura in ogni sua meravigliosa suggestione

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Il re della foresta

Il re della foresta: Attilio Cassinelli risponde ad alcuni grandi perché

Leggi la storia de Il re della foresta e scopri perché il leone ha la criniera e la leonessa no attraverso l'ottimo albo di Attilio.

Il grande libro dei sottomarini

Il grande libro dei sottomarini di Christian Hill, un volume da leggere e custodire

Sfoglia Il grande libro dei sottomarini e lasciati conquistare da questi spettacolari mezzi marini e da tutti i loro segreti.