Home > Libri > C’est moi le roi!, di Gilles Bizouerne, illustrazioni di Daniela Cytryn
C'est moi le roi!

C’est moi le roi!, di Gilles Bizouerne, illustrazioni di Daniela Cytryn

L’albo di oggi non è assolutamente facile da reperire, lo scrivo per correttezza, in questo momento c’è una sola copia disponibile su Amazon Prime, e ordinarlo in libreria o direttamente alla casa editrice non credo sia così facile. Come faccio ad averlo? Semplice: il nonno dei miei figli l’ha comprato in Africa.

Perché ne parlo se è così complicato trovarlo? Perché è semplicemente geniale, e se c’è qualche editore all’ascolto magari questo post può suggerire un altro modo per leggere, usare, toccare un libro.

C'est moi le roi!, di Gilles Bizouerne, illustrazioni di Daniela Cytryn

C’est moi le roi!, di Gilles Bizouerne, illustrazioni di Daniela Cytryn

Come è costruito il libro

Abbiamo già accennato ai silent book, libri senza parole, libri spesso di grandi dimensioni che presentano tavole colorate dove il bambino può far parte della storia osservando le immagini. C’est moi le roi! di Gilles Bizouerne, illustrazioni di Daniela Cytryn, unisce il classico albo, con la storia scritta, al silent book. Il libro presenta le tavole, coloratissime e davvero molto belle, apparentemente prive di parole, ma l’ultimo disegno ha una bandella che presenta il racconto, numerando il testo per ogni tavola dell’albo.

Il testo proposto solo alla fine del libro può aiutare la lettura della storia come può venire semplicemente tralasciato: i bambini vedendo i disegni così ricchi di dettagli creano racconti molto articolati e coinvolgenti.

C'est moi le roi!

C’est moi le roi!

La storia principale dell’albo vede un cucciolo di leone, ingenuo, ovvio lui si ritiene il re, il più forte, tutti hanno paura del leone. Scoprirà a sue spese che non è sempre così.

Ovviamente il racconto è educativo – ricordo che il libro è stato comprato in Africa, precisamente in Togo, quindi anche i disegni, come è giusto che sia, ripropongono quei luoghi, così immensi e misteriosi.

Un’idea davvero diversa che a mio avviso potrebbe portare il silent book, solitamente proposto ai bambini più piccoli, a un pubblico anche più grande per l’unione immagini e testo.

C'est moi le roi!

L’albo di oggi non è assolutamente facile da reperire, lo scrivo per correttezza, in questo momento c’è una sola copia disponibile su Amazon Prime, e ordinarlo in libreria o direttamente alla casa editrice non credo sia così facile. Come faccio ad averlo? Semplice: il nonno dei miei figli l’ha comprato in Africa. Perché ne parlo se è così complicato trovarlo? Perché è semplicemente geniale, e se c’è qualche editore all’ascolto magari questo post può suggerire un altro modo per leggere, usare, toccare un libro. Come…

Score

Leggibilità
Storia
Illustrazioni
Prezzo

Originale!

Conclusione : Originale, soprattutto l’idea di inserire il testo solo nell’ultima tavola, così un classico silent book diventa anche una storia, un albo. I disegni sono bellissimi.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Lucia Giustini e Ariella Abolaffio, Abbecedario teatrale. Il gioco del teatro per bambini e ragazzi

Abbecedario teatrale. Il gioco del teatro per bambini e ragazzi, di Lucia Giustini e Ariella Abolaffio

Scopri perché il libro Abbecedario teatrale è il perfetto gioco del teatro per bambini e ragazzi e prova anche tu a stimolare la fantasia per giocare.

Irene Biemmi e Ilaria Urbinati, Sono una selvaggia

Sono una selvaggia, di Irene Biemmi e Ilaria Urbinati

Scopri perché l'albo Sono una selvaggia di Irene Biemmi e Ilaria Urbinati è veramente bello e racconta una storia che tutti dovrebbero conoscere.