Home > Libri > Sono una selvaggia, di Irene Biemmi e Ilaria Urbinati
Irene Biemmi e Ilaria Urbinati, Sono una selvaggia
Irene Biemmi e Ilaria Urbinati, Sono una selvaggia

Sono una selvaggia, di Irene Biemmi e Ilaria Urbinati

I bambini corrono, saltano, giocano, inventano, a volte si annoiano, ma spesso creano ed esplorano. Fanno impazzire i grandi, certo, ma solo quelli che non riescono a stare al passo. I più li osservano divertiti, e a volte invidiosi, perché quel desiderio di scoprire, di giocare, non è per tutti.

Sono una selvaggia

Irene Biemmi e Ilaria Urbinati, Sono una selvaggia

Irene Biemmi e Ilaria Urbinati, Sono una selvaggia

Così Anna, la protagonista dell’albo Sono una selvaggia, viene presentata come una selvaggia, anche se personalmente la definirei una bambina come tante: ma lei è orgogliosa di essere selvaggia. Ha un look da selvaggia, a scuola le regole le vanno un po’ strette, gioca, balla e legge selvaggiamente a testa in giù assieme ai suoi amici.

In sintesi: Anna è una bellissima, normale, bambina, che ama la vita, ama giocare, correre nei prati, adora le storie, e vuole un mondo di bene ai suoi genitori.

Un albo molto energico che potrebbe far riflettere chi, inconsapevolmente, etichetta i bambini, brave educate principesse contro selvaggi guerrieri… I bambini sono diversi e certo a loro la differenza di genere interessa fino a un certo punto. Sicuramente se si divertono, semplicemente non si pongono il problema.

Così Anna in barba a tutte le regole stravolge il mondo.

Perché ci piace questa storia

Ma quante bambine conosciamo come Anna? Personalmente moltissime. Piccole donne indaffarate, capaci di insozzarsi in mezzo minuto perché la pozzanghera davanti casa è diventata un mare invalicabile, o guerriere mentre corrono per portare a casa la vittoria. E ancora piccole sportive bravissime nel basket o nel rugby, in barba a chi dice che sono sport da maschi.

Amanti di macchine e Barbie, di bambole e transformer, capaci di catapultare quella povera fatina sulla Luna a esplorare lo spazio. Capaci di rivoluzionare il mondo.

Ce ne sono molte, per fortuna. E sono semplicemente divine.

I bambini corrono, saltano, giocano, inventano, a volte si annoiano, ma spesso creano ed esplorano. Fanno impazzire i grandi, certo, ma solo quelli che non riescono a stare al passo. I più li osservano divertiti, e a volte invidiosi, perché quel desiderio di scoprire, di giocare, non è per tutti. Sono una selvaggia Così Anna, la protagonista dell’albo Sono una selvaggia, viene presentata come una selvaggia, anche se personalmente la definirei una bambina come tante: ma lei è orgogliosa di essere selvaggia. Ha un look da selvaggia, a…

Score

Storia
Leggibilità
Illustrazioni
Prezzo

Da leggere selvaggiamente!

Conclusione : Siamo tutte più o meno selvagge, il fatto è che alcune di noi faticano ad ammetterlo.

Voto Utenti : 4.75 ( 1 voti)

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Dov'è finito il mio nome?

Dov’è finito il mio nome? Un albo personalizzato amato da tutti i bambini

L’idea è talmente semplice da risultare irreale. Eppure la storia dovrebbe averci insegnato da tempo ...

Rocio Bonilla e Oriol Malet, Max e i Supereroi

Max e i Supereroi, di Rocio Bonilla e Oriol Malet

Max e i Supereroi è una incantevole storia di Rocio Bonilla e Oriol Malet: scopri perché ogni bambino dovrebbe leggerla, non solo chi è fan dei Supereroi.