Bill, il cattivo (ora buonissimo)
Bill, il cattivo (ora buonissimo)

Bill, il cattivo (ora buonissimo), di Ole Könnecke

Ci sono cattivi che sono davvero cattivi. Ma non sono “semplicemente” i cattivi dei super eroi, oh no! Ci sono cattivi che sono così cattivi da spaventare persino i bambini, da fare dispetti antipatici a chiunque, da obbligare gli altri a ridere delle loro orribili barzellette… perché sono troppo spaventati per fare altrimenti.

Ci sono cattivi che sono così cattivi da risultare dei bulli.

Ma perché i cattivi sono cattivi? E perché i bulli sono bulli?

Bill, il cattivo (ora buonissimo)

Ole Könnecke, Bill, il cattivo (ora buonissimo)
Ole Könnecke, Bill, il cattivo (ora buonissimo)

Ole Könnecke si lancia nella difficile impresa di spiegare ai più piccoli che le persone non nascono cattive, non diventano all’improvviso dispettose, insensibili, ma si trasformano, nel tempo. E a volte dobbiamo capire la causa per aiutare anche loro. Aiutare i cattivi sì avete capito bene, a fare meno i cattivi.

Così Bill è un personaggio davvero antipatico… gli adulti tremano quando lo incontrano, ridono alle sue battute anche se vorrebbero trovarsi altrove, e i bambini sono terrorizzati, e anche molto scocciati: Bill ruba il loro pallone, la cioccolata, la corda per saltare…

Evitarlo il più possibile potrebbe sembrare la soluzione migliore, sicuramente la più sicura, ma i bambini di questo racconto decidono diversamente. Decidono di osare e scoprono un incredibile segreto: l’infanzia di Bill non è stata tutta rose e fiori, così si organizzano per aiutarlo a scacciare la sua cattiveria e le sue paure.

Perché se Bill è meno cattivo, la vita di tutti sarà sicuramente migliore. Anche quella di Bill.

Un libro utile

Un libro davvero simpatico, capace di affrontare un tema complicato come il bullismo da prospettive diverse, le vittime diventano eroi e il bullo viene presentato sotto una nuova veste: quella della persona da aiutare.

I bambini capiranno sicuramente la storia, e ogni sua sfumatura. Riusciranno anche gli adulti ad andare oltre per cercare il vero significato di ogni azione?

Forse dopo questa lettura potrebbero. Forse.

Il libro, scritto in stampatello maiuscolo, fa parte della collana Leggo Già, per primi lettori che cercano storie appassionanti e non scoraggianti, usa ilFont TestMe, studiato appositamente per facilitare la lettura e una speciale carta avoriata. L’editore è Beisler.

Ci sono cattivi che sono davvero cattivi. Ma non sono “semplicemente” i cattivi dei super eroi, oh no! Ci sono cattivi che sono così cattivi da spaventare persino i bambini, da fare dispetti antipatici a chiunque, da obbligare gli altri a ridere delle loro orribili barzellette… perché sono troppo spaventati per fare altrimenti. Ci sono cattivi che sono così cattivi da risultare dei bulli. Ma perché i cattivi sono cattivi? E perché i bulli sono bulli? Bill, il cattivo (ora buonissimo) Ole Könnecke, Bill, il cattivo (ora buonissimo) Ole Könnecke si lancia nella difficile impresa di spiegare ai più piccoli…

Score

Leggibilità
Storia
Illustrazioni
Prezzo

Divertente e utile

Conclusione : Un racconto divertente ma anche capace di far riflettere, oltre a sottolineare la genialità dei bambini.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Annet Schaap, Lucilla

Lucilla, di Annet Schaap

Scopri chi è Lucilla, la protagonista del bel romanzo per ragazzi scritto da Annet Schaap e lasciati conquistare dalla sua fortezza e limpidezza.

Lorenza Farina, Come ali di gabbiano, illustrazioni di Anna Pedron

Come ali di gabbiano, di Lorenza Farina con illustrazioni di Anna Pedron

Come ali di gabbiano è un bellissimo albo illustrato di Lorenza Farina e Anna Pedron e ci aiuta a tenere viva la memoria: ecco perché è da leggere.