Rocco va in America

Rocco va in America: divertiamoci ballando con Marcello Benedetti e Roberto David

Ai bambini basta davvero poco per vivere la musica: un paio di bacchette, due coperchi di pentola, il suono della pioggia e via, si lanciano verso nuovi orizzonti, canzoni e musiche inaspettate. Nulla li può fermare, nemmeno le urla della mamma che esasperata dal “chiasso” chiede silenzio. Loro ballano e suonano, si divertono e ridono.

Vi è mai capitato di incrociare un artista di strada? Solitamente il bambino si blocca, lo fissa, decide se la musica è di suo gradimento e poi si piazza esattamente al centro della scena e inizia a ballare. I passanti sorridono, ma lui o lei continua a dare sfogo alle proprie energie agitando il pannolino come se fosse un tutt’uno con l’improvvisata scenografia.

Quindi, se posso darvi un consiglio, cercate di avere sempre della musica in casa, da ascoltare e ballare mentre cucinate o giocate, per trasformare ogni momento in gioia pura. E se non sapete scegliere le canzoni giuste oggi vi presento un libro, con CD, che potrebbe fare davvero al caso vostro: Rocco va in America di Marcello Benedetti e Roberto David (Sinnos edizioni). Super colorato e accompagnato da mirabolanti musiche.

Rocco va in America

Rocco va in America
Rocco va in America

Rocco è piccolo, o grande a seconda dei punti di vista, ha al massimo due anni. Fa una bella vita con la mamma e sua sorella Lilli che la mattina va a scuola, ama bere il latte e dormire. Evidentemente ama anche la musica perché dal blues al jazz,  dai ritmi cubani alla samba il CD che accompagna il libro ci offre musiche favolose da ascoltare e riascoltare, ma soprattutto ballare.

Uno scoppio di libertà, di vita, alla portata di ogni bambino che si riconoscerà sicuramente in Rocco, in ogni sua emozione e avventura, e perché no, anche in ogni suo capriccio.

E se cercate la musica del pisolino, tranquilli! Nel CD trovate anche il blues del pisolino e le pagine del libro si tingono di un rassicurante blu, capace, speriamo, di calmare ogni vivace ardore. E poi via di nuovo verso nuovi balli e avventure.

Ancora ecco che Rocco deve andare alla scuola dell’infanzia: che caos! Sveglia, colazione, tutti di corsa e si va!

Musiche coinvolgenti

Non sono un’esperta di musica, quindi prendete il mio giudizio con le pinze, appassionate pinze: le musiche di Rocco va in America sono fantastiche, divertenti, vive, capaci di richiamare ricordi e scatenare balli, di divertire e di renderci partecipi di ogni avvenimento. Così Rocco diventa un nostro compagno di scuola e assieme a lui possiamo scoprire nuovi mondi, nuove realtà.

Un’idea unica e colorata, le illustrazioni sono davvero avvolgenti seguono il ritmo delle musiche e riescono a donarci ulteriori dettagli di Rocco, un bambino che ci conquista parola dopo parola.

Da leggere, ascoltare e ballare!

Ai bambini basta davvero poco per vivere la musica: un paio di bacchette, due coperchi di pentola, il suono della pioggia e via, si lanciano verso nuovi orizzonti, canzoni e musiche inaspettate. Nulla li può fermare, nemmeno le urla della mamma che esasperata dal “chiasso” chiede silenzio. Loro ballano e suonano, si divertono e ridono. Vi è mai capitato di incrociare un artista di strada? Solitamente il bambino si blocca, lo fissa, decide se la musica è di suo gradimento e poi si piazza esattamente al centro della scena e inizia a ballare. I passanti sorridono, ma lui o lei…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Per tutti!

Conclusione : Un libro, un CD un progetto musicale e visivo unico nel suo genere, da assaporare pagina dopo pagina e nota dopo nota.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Il cercatore di asparagi

Il cercatore di asparagi: Alessandro Petruccelli racconta una storia di ieri per i ragazzi di oggi

Leggi Il cercatore di asparagi racconto di Alessandro Petruccelli ambientato in un tempo lontano ma che ha da dire anche ai ragazzi di oggi.

Dov'è mia sorella?

Dov’è mia sorella? Un’altra bella storia di Sven Nordqvist

Scopri l'albo illustrato Dov'è mia sorella? scritto da Sven Nordqvist e lasciati rapire dalla bellezza della storia e delle illustrazioni.