Jenny lo squalo

Jenny lo squalo: Lisa Lundmark invita al rispetto dell’unicità

Bambini e bambine, ragazzi e ragazze sono tutti diversi. Non mi stancherò mai di scriverlo. Introversi, estroversi, timidi, coraggiosi, esuberanti… Spesso ho l’impressione che noi adulti spendiamo troppe energie per volerli cambiare, ma saperli accettare è una consapevolezza che porta serenità a loro, e a noi.

Jenny lo squalo di Lisa Lundmark (traduzione di Lucia Barni, La Nuova Frontiera Junior, prima selezione al Premio Strega ragazzi e ragazze 2022, categoria 6+), è un volume limpido e chiaro. Attraverso la storia di Jenny, una bambina che ama leggere e odia la confusione, arriva dritto al cuore, per aiutare i giovani lettori a riflettere sulla loro unicità, qualunque essa sia, e a noi adulti ad accettarli senza troppe insidiose domande sul come dovrebbero essere e fare i bambini “secondo noi”.

Il maestro sospira e interroga qualcun altro. Mi ha detto che parlo piano. Troppo piano. Però io le mie parole le sento fortissimo. E sento i miei pensieri fortissimo.

Io penso fortissimo. Quasi mi viene male alle orecchie per tutti i miei pensieri.

Parla più forte urlano i compagni di classe di Jenny, alza la voce insiste il suo maestro, non ti sentiamo! Ma… e se Jenny non volesse farsi sentire?

Jenny lo squalo

Con una scrittura dolce e mai giudicante Lisa Lundmark ci presenta il mondo di Jenny, bambina silenziosa e solitaria come uno squalo che ritiene i suoi coetanei dei polipi tanto alzano le mani e urlano per farsi sentire.

Jenny è molto intelligente, legge tantissimo, ama in particolare i libri sugli Oceani e sugli squali; adora andare all’Acquario, dove custodisce un segreto unico; non le piace giocare a calcio con i compagni di classe, o rincorrersi, e preferisce starsene infondo all’aula mentre ascolta e osserva ogni dettaglio. Jenny è fatta così: perché mai dovrebbe cambiare?

Non vi preoccupate, Jenny ha una migliore amica che come lei preferisce leggere e disegnare, ha un nonno super simpatico e una mamma molto impegnata nel lavoro, ma assolutamente presente.

In sintesi, Jenny non ha alcun problema. Sono gli altri che semplicemente non accettano il suo essere introversa, ma esattamente come uno squalo Jenny sa sopravvivere e farsi rispettare anche in questo caotico mondo. E Jenny è anche arrabbiata.

Il maestro vuole che tutti i bambini in classe parlino forte e chiaro. Vuole che tutti alzino la mano. Più di ogni altra cosa, vorrebbe che fossimo polipi che alzano tutti e otto i tentacoli insieme. Non capisce che esistono anche gli squali.

Jenny lo squalo è un romanzo che stimola il confronto

Quanti bambini conoscete che semplicemente non amano mettersi in mostra e preferiscono imparare in silenzio? Io molti.

Sono altrettanto intelligenti, altrettanto dotati, hanno semplicemente un carattere diverso. Jenny ci insegna ad accettare la diversità e a valorizzare i punti di forza di ognuno senza stereotipi o certezze da adulti ma imparando ad osservare meglio il mondo. Esattamente come fa lei.

Divertente, ironico, scritto con un linguaggio pulito, Jenny lo squalo è un romanzo capace di suscitare grandi discussioni in classe, di portare animati confronti, per aiutarci a crescere e comprendere l’altro. Sempre

I libri del Premio Strega ragazze e ragazzi 2022

Su Libri e bambini presentiamo i testi selezionati per il Premio Strega ragazze e ragazzi 2022.

Categoria 6+

Categoria 8+

  • Nadia Terranova e Mara Cerri, Il segreto (Mondadori Ragazzi)
  • Amy Timberlake, Tasso e Puzzola (Harper Collins), traduzione di Sara Ragusa

Categoria 11+

Bambini e bambine, ragazzi e ragazze sono tutti diversi. Non mi stancherò mai di scriverlo. Introversi, estroversi, timidi, coraggiosi, esuberanti… Spesso ho l’impressione che noi adulti spendiamo troppe energie per volerli cambiare, ma saperli accettare è una consapevolezza che porta serenità a loro, e a noi. Jenny lo squalo di Lisa Lundmark (traduzione di Lucia Barni, La Nuova Frontiera Junior, prima selezione al Premio Strega ragazzi e ragazze 2022, categoria 6+), è un volume limpido e chiaro. Attraverso la storia di Jenny, una bambina che ama leggere e odia la confusione, arriva dritto al cuore, per aiutare i giovani lettori…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Una lettura utile

Conclusione : Jenny è una bambina silenziosa, molto silenziosa, quello che vorrebbe è che gli altri lo capissero e la lasciassero in pace con i suoi libri e i suoi silenzi, senza pretendere quello che non è.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

la caduta del patriarcato

La caduta del patriarcato: Marta Breen racconta la storia del sessismo, la lotta e la resistenza delle donne

Sfoglia il graphic novel La caduta del patriarcato e scopri come Marta Breen con ironia e fondamenti storici narra la storia delle donne.

io sono nina

Io sono Nina: Pina Irace narra la storia di una sognatrice

Leggi il romanzo Io sono Nina scritto da Pina irace e illustrato da Andrea Alemanno e scopri il fantastico mondo in cui è ambientato.