Il grande libro delle navi

Il grande libro delle navi: Luogo Comune ci porta nel mondo delle imbarcazioni

Ho un ricordo fortissimo della mia infanzia: in gita in un museo a noi bambini era permesso giocare in ogni angolo di una nave vichinga. Il museo si trovava, credo, a Berlino. Una meraviglia assoluta. Potevamo salire in coperta, esplorare la stiva, muovere i remi. Correre. Inventare storie. Forse solo i bambini ora mi possono capire, ma vi assicuro che si è trattata di un’esperienza unica: avevo 8 anni e ancora oggi la ricordo perfettamente.

Il grande libro delle navi
Luogo Comune (Jacopo Ghisoni), Il grande libro delle navi

I bambini sono affascinati da navi, treni, aerei… e se proviamo a chiederci il perché la prima risposta che mi viene in mente è: perché sono mezzi grandi, ammaliante, rumorosi, misteriosi. Navigano senza affondare, volano senza precipitare, corrono velocissimi sulle rotaie. Viaggiano ed esplorano. Sono presenti in tantissime storie, mentre altrettante sono in attesa di venire create e raccontate. E i bambini sono bravissimi a inventare storie.

Così, quando ho scoperto che Il grande libro delle navi di Luogo Comune (alter ego di Jacopo Ghisoni), Sinnos Editore, ha vinto il primo premio Malerba per l’Albo Illustrato 2021, mi sono subito affrettata a sfogliare il libro, curiosa di scoprire se questo albo in grande formato che racconta di navi fosse capace di far affiorare nella mia memoria altri ricordi, navi, avventure.

La risposta è sì! Non solo è riuscito a farmi ricordare momenti passati in compagnia di navi grandi e piccole, ma è riuscito a darmi anche molte nozioni e riferimenti storici e della letteratura, a incuriosirmi per la mole di dettagli, senza mai stancare. Anzi, il suo più grande pregio è che leggendolo vorresti non finisse mai.

Il grande libro delle navi

Il grande libro delle navi

I disegni sono decisamente dettagliati, ricchi di infiniti particolari così ben distribuiti da sviluppare una naturale curiosità in chi legge. Le navi raffigurare soddisfano tutti i gusti: dalle enormi navi da guerra alle piccole imbarcazioni, dalle navi da crociera alle case galleggianti. E ancora: navi dei pirati, da pesca, sommergibili… ogni illustrazione racconta la storia, curiosità e ingegno dell’uomo. Il lettore viene catapultato in un mondo nuovo, un viaggio indimenticabile nella storia.

Sfogliando e leggendo Il grande libro delle navi non solo possiamo osservare navi di ogni dove, ma sentiamo le onde del mare e le voci dei marinai, i silenzi degli abissi e dei ghiacci, assaporiamo l’avventura e scopriamo le tante dimensioni e utilizzi di queste meraviglie. Ammiriamo l’uomo ma contemporaneamente sogniamo ad occhi aperti perché ci rendiamo conto di quanto sia immenso il mondo.

Un albo da leggere e rileggere, da consumare, e quando lo avrete finito vi consiglio di tornare ad osservare attentamente ogni illustrazione, scoprirete altre incredibili meraviglie.

Segnaliamo, infine, che il secondo posto del Premio Malerba per l’Albo illustrato 2021 è andato a Pieno Vuoto di Cristina Bellemo e Liuna Virardi edito da TopiPittori.

Ho un ricordo fortissimo della mia infanzia: in gita in un museo a noi bambini era permesso giocare in ogni angolo di una nave vichinga. Il museo si trovava, credo, a Berlino. Una meraviglia assoluta. Potevamo salire in coperta, esplorare la stiva, muovere i remi. Correre. Inventare storie. Forse solo i bambini ora mi possono capire, ma vi assicuro che si è trattata di un’esperienza unica: avevo 8 anni e ancora oggi la ricordo perfettamente. Luogo Comune (Jacopo Ghisoni), Il grande libro delle navi I bambini sono affascinati da navi, treni, aerei… e se proviamo a chiederci il perché la…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Indispensabile

Conclusione : Un albo illustrato indispensabile a chi ama viaggiare e sognare, un albo sulle navi capace di prendervi per mano e farvi viaggiare a scoprire il mondo e la storia dell’uomo.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Non siamo angeli

Non siamo angeli: Guia Risari racconta il punto di vista dei bambini

Leggi l'albo Non siamo angeli di Guia Risari e Alicia Baladan e scopri cosa pensano i bambini quando vengono definiti angioletti.

la caduta del patriarcato

La caduta del patriarcato: Marta Breen racconta la storia del sessismo, la lotta e la resistenza delle donne

Sfoglia il graphic novel La caduta del patriarcato e scopri come Marta Breen con ironia e fondamenti storici narra la storia delle donne.