illustratori per bambini famosi

Illustratrici e illustratori per bambini famosi: la nostra classifica

È davvero difficile riuscire a individuare oggi illustratrici e illustratori per bambini famosi. Da un lato i talenti sono davvero tantissimi; dall’altro, come ogni arte che si rispetti, anche l’illustrazione scatena giudizi soggettivi, quindi, lo stile che a mio giudizio può sembrare in assoluto il migliore potrebbe non piacere a chi legge in questo momento.

7 illustratrici e illustratori per bambini famosi

Per questo motivo, anche questa volta cambio il titolo in corsa e vi presento gli illustratori e le illustratrici che più mi hanno colpita durante gli anni di collaborazione con Libri e bambini. Ovviamente attendo le vostre segnalazioni, smentite e tirate d’orecchie.

E cari illustratori e illustratrici non citati… forse non vi conosco (pur mettendocela tutta, mi rendo conto di non riuscire a seguire tutte le novità editoriali che mese dopo mese rendono il settore libri per bambini il meraviglioso mondo che è oggi) o forse dovete convincermi, ma anche no… Alla fine il mio giudizio soggettivo è davvero un minimo dettaglio nel mare di proposte e stili. Quindi, andate avanti per la vostra strada!

Rocio Bonilla

La prima illustratrice che personalmente ammiro è Rocio Bonilla, autrice di tanti albi illustrati come Di che colore è un bacio? (Valentina edizioni).

Il suo tratto pulito, semplice, crea scenari ricchi di dettagli ed emozioni in sintonia con ogni bambino e bambina. Le sue storie, dalle più genuine alle più surreali, colpiscono perché sono capaci di narrare avventure senza disturbare eroi speciali. È la quotidianità a diventare protagonista e con i lei i piccoli avventurieri che da sempre la accompagnano.

Giulia Orecchia

Un’altra illustratrice che mi è entrata nel cuore è Giulia Orecchia. Il suo stile inconfondibile da anni accompagna illustrazioni caratterizzate da colori primari e figure essenziali apparentemente semplici ma che nascondo una ricerca e un impegno costante. Oso definirla l’alchimista dei colori: così geniale e attenta da diventare unica. Tra i suoi lavori ricordo la magnifica edizione illustrata de Il libro dei perché di Gianni Rodari (Einaudi).

Benjamin Chaud

Dalla Spagna all’Italia arriviamo in Francia da Benjamin Chaud. Un tratto inconfondibile: ogni suo disegno trasmette buonumore e durante il primo lockdown mi ha fatto compagnia ogni giorno proponendo vignette esilaranti. Ama stravolgere le certezze, e per questo lo adoro. In Io non ho fatto i compiti perché di Davide Calì, potete ammirare alcuni suoi spassosi disegni.

Chris Haughton

Continua il nostro viaggio alla ricerca di tratti inconfondibili e unici. Arriviamo in Irlanda dove Chris Haughton riesce a fondere il colore al disegno donandoci interpretazioni uniche. Amato in particolare dai più piccoli, il suo stile conquista perché rende ogni storia ancora più unica e viva. Indimenticabile il suo Shh! Abbiamo un piano (qui in casa i piccoli l’hanno letteralmente consumato) Lapis editore.

Silvia Mauri

Torniamo in Italia in questo nostro viaggio tra illustratrici e illustratori per bambini famosi. Silvia Mauri in La danza delle rane (Editoriale Scienza) mi ha conquistata riuscendo a trasmettere dettagli scientifici e sogni in un disegno unico, dolce ma colmo di particolari, capace di racchiudere segreti in ogni angolo.

Federico Appel

Oramai avrete capito che il viaggio proposto oltre a cercare talenti nel globo desidera scovare stili diversi, inconfondibili, così come unico è Federico Appel. In La mossa del coccodrillo (Sinnos editrice), dimostra il suo talento, ma soprattutto il desiderio di divertire e stupire. Obiettivo raggiunto!

Éva Offredo

Infine, in questa mia personalissima classifica di illustratrici e illustratori per bambini famosi devo assolutamente citare un’autrice che ultimamente mi ha piacevolmente colpita. Mi riferisco a Éva Offredo illustratrice del premiatissimo Murdo di Alex Cousseau, (Ippocampo). Anche in questo caso lo stile è inconfondibile, e l’abilità con cui è riuscita a dare forma alle parole un talento da riconoscere.

Foto | Michael Schwarzenberger via Pixabay

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.