Home > Libri > Le sorelle cinque dita, di Anna Cerasoli
https://www.editorialescienza.it/it/libro/le-sorelle-cinque-dita-imparare-a-contare.htm
Particolare dall'interno del libro Le sorelle Cinque Dita

Le sorelle cinque dita, di Anna Cerasoli

Il concetto di numero è una faccenda davvero faticosa, astratta. I bambini iniziano a contare verso i tre anni e solitamente si concentrano su due quantità in particolare: la loro età e le dita delle mani.

L’età vive un vero e proprio dilemma tra quella reale e le aspettative. Spesso infatti alla fatidica domanda “Ma quanti anni hai?” il bambino risponde un po’ a caso e un po’ rispecchia i suoi desideri. Capita che invece di due o tre anni reali il bambino risponda quattro o addirittura sei, soprattutto se si sono appena sentiti rispondere un: “No, sei troppo piccolo!”. Così adattano il tutto sperando di farla franca!

Le dita delle mani, invece, sono una palestra formidabile: uniscono il reale, le dita appunto, al concetto astratto di quantità, e permettono al bambino di intuire quel mondo strano fatto di numeri e operazioni che è la matematica in maniera naturale, senza pensarci troppo. Anzi, giocando con le dita!

Le sorelle Cinque Dita

Le sorelle Cinque Dita
Le sorelle Cinque Dita

Anna Cerasoli presenta, per Editoriale Scienza, Le sorelle Cinque Dita un libro molto utile per trasformare il concetto di numero in una narrazione giocosa, per accompagnare i bambini verso la matematica senza troppi traumi. Si parte dai sette nani e dai tre i porcellini, che sicuramente i bambini già conoscono, e si arriva alle mani, che, fino a prova contraria, hanno cinque dita, cinque sorelle pronte a raccontarci storie, e a farci ragionare sul numero.

Le sorelle Cinque Dita è un libro utilissimo per chi desidera accompagnare il bambino verso il meraviglioso mondo della matematica: zero, uno, due… I numeri si susseguono e il disegno di una mano, unito a una semplice e breve storiella accendono la curiosità.

Non solo quantità e storie, ma anche azioni. Perché con le dita riusciamo a fare, afferrare, indicare… A volte gli adulti non ci pensano, ma è faticoso lasciare il pollice fermo e alzare le altre quattro dita! Mentre con il 5 oltre al numero magico riusciamo a salutare. E poi finalmente ecco comparire le dita dell’altra mano! Così, sostenendo che l’unione fa la forza, ecco comparire le altre dita, e correre verso il dieci. Afferrare un bel panino è ora possibile, possiamo applaudire e fare un sacco di rumore. Possiamo disegnare la nostra mano, e alla fine conoscere i nomi delle dita risulta fondamentale, per non confonderle!

Alla fine del libro Le sorelle Cinque Dita, Anna Cerasoli spiega ai genitori come l’uso delle mani come contatore è in realtà una scelta naturale, perché proprio da loro nasce la numerazione decimale posizionale: dividere, sommare, sottrarre… Se riusciamo a introdurre questi concetti, spesso ostacoli della prima classe primaria, con il gioco, per il bambino risulterà più facile e intuitivo approcciarsi alla matematica.

Un bel libro, un bel gioco, il modo migliore per conoscere, capire e usare i numeri!

Il concetto di numero è una faccenda davvero faticosa, astratta. I bambini iniziano a contare verso i tre anni e solitamente si concentrano su due quantità in particolare: la loro età e le dita delle mani. L’età vive un vero e proprio dilemma tra quella reale e le aspettative. Spesso infatti alla fatidica domanda “Ma quanti anni hai?” il bambino risponde un po’ a caso e un po’ rispecchia i suoi desideri. Capita che invece di due o tre anni reali il bambino risponda quattro o addirittura sei, soprattutto se si sono appena sentiti rispondere un: “No, sei troppo piccolo!”.…

Score

Leggibilità
Storia
Illustrazioni
Prezzo

Strumento molto utile!

Conclusione : Un libro ottimo per introdurre in maniera leggera e giocosa il concetto di numero fin dall’infanzia, perché la matematica è meravigliosa, la usiamo ogni giorno, anche quando non ce ne rendiamo conto. Conoscerla è un nostro diritto!

Voto Utenti : 4.6 ( 1 voti)

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Simonetta Agnello Hornby e George Hornby, Rosie e gli scoiattoli di St. James

Rosie e gli scoiattoli di St. James, di Simonetta Agnello Hornby e George Hornby

Simonetta Agnello Hornby e George Hornby in Rosie e gli scoiattoli di St. James raccontano la Brexit ai più piccoli: scopri di più su questo libro.

Provaci ancora Lulù

Provaci ancora Lulù, di Ashley Spires

Ashley Spires con Provaci ancora Lulù scrive un albo che insegna ai più piccoli a non scoraggiarsi mai: scopri di più su questo bel libro.