Caro Mr. Henshaw

Caro Mr. Henshaw, articolato romanzo Beverly Cleary

Non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina. Non che la copertina di Caro Mr. Henshaw di Beverly Cleary (illustrazioni di Vittoria Dalla Torre, traduzione di Susanna Mattiangeli, Il Barbagianni editore, Finalista premio Andersen 2022 Categoria Miglior libro 9/12), sia brutta. Anzi. È una copertina molto dolce: sfondo blu, ragazzo pensieroso con una matita in mano alla evidente ricerca delle parole giuste. Ma, osservandola mi ero immaginata una storia tranquilla e normale, con protagonista un ragazzo come tanti…

Certo il nostro Leigh Botts, protagonista assoluto di questo romanzo, è un ragazzo come tanti; talmente come tanti che ho pensato subito fosse identico a mia figlia: nessuna perfezione e nemmeno nessun difetto così evidente, una vita un po’ scombussolata dalle scelte dei genitori, poca voglia di fare i compiti, molto interesse verso i libri. Ma in realtà Leigh Botts è una totale scoperta!

Caro Mr. Henshaw

Caro Mr. Henshaw
Beverly Cleary, Caro Mr. Henshaw

Da alcuni anni Leigh Botts scrive a uno scrittore di cui ama particolarmente il suo Come far felice un cane. Lo ritiene molto utile e lo diverte. Così scrive, incoraggiato dalle maestre e dai professori.

Il libro riporta fedelmente le lettere di Leigh Botts a questo scrittore, che il primo anno non risponde, poi invia una risposta prestampata, per poi lasciarsi andare a consigli più o meno richiesti.

Un giorno, per un compito scolastico Leigh Botts gli invia una lista di domande. E cosa fa uno scrittore quando riceve delle domande? Risponde ovvio. Non solo: rilancia! Così, Leigh Botts si ritrova, con grande insistenza di sua mamma, a rispondere alla lista infinita e sfinente delle domande che Mr. Henshaw, lo scrittore appunto, gli ha spedito.

Ma attenzione, non lo fa con il distacco e la corretta educazione richiesta: è pur sempre un ragazzino che risponde a uno scrittore! Il nostro eroe risponde piccato, scocciato, ma grazie alle sue lunghe lettere possiamo conoscerlo, e amarlo, senza filtri.

Lo scambio epistolare

E se non ci fosse chiaro il suo stato d’animo in quel preciso istante ecco che la firma ce lo ricorda, senza mezzi termini.

Caro Mr. Henshaw,
non avevo intenzione di rispondere a nessun’altra domanda, ma mia madre non farà riparare la TV perché dice che mi fa marcire il cervello. Sono in vacanza per il Ringraziamento e mi annoio così tanto che ho deciso di rispondere alle tue domande marce con il mio cervello marcio. (Scherzo.)

Il libro Caro Mr. Henshaw non è solo una serie di lettere

Oh, non preoccupatevi, il romanzo Caro Mr. Henshaw non presenta solo un interessante progetto epistolare.

No, perché a un certo punto lo scrittore suggerisce all’aspirante scrittore, il ragazzo, di comprare un quaderno per esercitarsi a scrivere. L’aspirante scrittore colto dal panico da pagina bianca decide di usare il quaderno per far finta di scrivere al suo scrittore preferito. E, ovviamente le lettere a Mr. Henshaw-Per-Finta sono ancora meno filtrate delle precedenti.

Si racconta, Leigh Botts. Scrive del ladro di portapranzi, dei problemi dei genitori, del suo amato cane Brigante, di un concorso di scrittura. Scrive e ci permette di conoscerlo, amarlo proprio per la sua indole di andare oltre, di capire e conoscere. E amiamo anche Mr. Henshaw, pur non leggendo alcuna sua risposta, perché sa costruire un rapporto con questo giovane ammiratore, ma, soprattutto, sa guidarlo verso una passione unica: la scrittura.

Caro Mr. Henshaw-Per-Finta,
scrivo perché sono intrappolato in camera con un paio di neonati che dormono nelle ceste sul mio letto. Mamma ha invitato a casa delle amiche. Stanno sedute a bere caffè o tisane e a parlare dei loro problemi, che sono per lo più gli uomini, i soldi, i figli e i padroni di casa.

Le particolarità di Caro Mr. Henshaw

Caro Mr. Henshaw è un romanzo molto particolare che catturare il lettore senza mostri ed eroi, ma narrando in maniera originale vicende normalissime, sogni comuni e speranze che fondamentalmente ci appartengono.

Da leggere, anche a scuola. Perché l’amore per la lettura e la scrittura si impara, un passo alla volta, e in compagnia di Leigh Botts si impara meglio.

I libri finalisti del Premio Andersen 2022

Su Libri e bambini presentiamo i testi finalisti del Premio Andersen 2022.

Finalisti miglior libro 0/6 anni

Finalisti miglior libro 6/9 anni

  • Ellen e il leone, di Crockett Johnson – traduzione Sara Saorin, Camelozampa.
  • La traversata degli animali, di Vincent Cuvellier – illustrazioni Brice Postma Uzel – traduzione Flavio Sorrentino, Biancoenero Edizioni.

Finalisti miglior libro 9/12 anni

  • Tasso e Puzzola, di Amy Timberlake – illustrazioni Jon Klassen – traduzione Sara Ragusa, HarperCollins Italia.

Finalisti miglior libro oltre i 15 anni

Finalisti miglior libro fatto ad arte

  • Artecadabra, di Raphaël Garnier – traduzione Margherita Vecchiati, Franco Cosimo Panini

Finalisti miglior albo illustrato

Non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina. Non che la copertina di Caro Mr. Henshaw di Beverly Cleary (illustrazioni di Vittoria Dalla Torre, traduzione di Susanna Mattiangeli, Il Barbagianni editore, Finalista premio Andersen 2022 Categoria Miglior libro 9/12), sia brutta. Anzi. È una copertina molto dolce: sfondo blu, ragazzo pensieroso con una matita in mano alla evidente ricerca delle parole giuste. Ma, osservandola mi ero immaginata una storia tranquilla e normale, con protagonista un ragazzo come tanti… Certo il nostro Leigh Botts, protagonista assoluto di questo romanzo, è un ragazzo come tanti; talmente come tanti che ho pensato subito…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Molto particolare

Conclusione : Un romanzo per ragazzi e ragazze, ben scritto e strutturato, semplice nella trama, complesso nei tanti messaggi che ci troverete

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

caccia al ladro virtuale

Caccia al ladro virtuale: torna la banda degli smanettoni

Leggi Caccia al ladro virtuale di Anna Fogarolo e scopri la nuova indagine della banda degli smanettoni alle prese con un furto di bitcoin.

la favola di amore e psiche

Michelangelo Rossato reinterpreta la favola di Amore e Psiche

Lasciati conquistare da La favola di Amore e Psiche nella splendida interpretazione figurativa di Michelangelo Rossato.