riflettiamoci

Riflettiamoci, particolare silent book di Gek Tessaro

La pandemia ha stravolto le nostre vite, è innegabile. Ci ha catapultati in una realtà sconosciuta, chiusa, diffidente. Una realtà che abbiamo faticato ad accettare. In particolare, ragazzi e ragazze, bambini e bambine, si sono ritrovati in una non realtà soffocata, a volte, dalle mura di casa.

Ovviamente non tutti l’hanno vissuta nello stesso modo: molte scuole, ma non solo, hanno fatto i salti mortali per avvicinare le case e raggiungere ogni singola persona, per continuare a mantenere vive le relazioni, per accogliere tutti anche se in un modo diverso.

Riflettiamoci: un libro, un progetto

Riflettiamoci
Gek Tessaro, Riflettiamoci

Riflettiamoci di Gek Tessaro (Carthusia edizioni, finalista Premio Andersen 2022 categoria Miglior libro senza parole) racconta questo e molto altro.

Un albo molto particolare, nato dagli incontri di ragazzi e ragazze con la Cooperativa Famiglia Nuova durante la pandemia; ragazzi coinvolti successivamente dalla casa editrice tanto da diventare “autori” speciali. Un albo che racconta l’emergenza, lo stato d’animo ma anche la rinascita attraverso uno sguardo nuovo che mi ha particolarmente colpita.

Riflettiamoci risponde alla necessità di raccontare la pandemia e la vita di quei giorni, ma è anche un messaggio per chiunque sta vivendo un momento di cambiamento.

Il doppio significato di Riflettiamoci

Gek Tessaro, con uno stile assolutamente unico e, a mio avviso, incantevole, fresco, immediato, ci presenta due animali molto diversi: un rinoceronte e una giraffa. Entrambi sono costretti da eventi traumatici e improvvisi a dover affrontare un cambiamento.

La fuga diventa ricerca e alla fine del loro viaggio arrivano, da strade diverse, sulle rive di una pozza d’acqua. Il luogo è sereno, ma c’è diffidenza verso il nuovo. Bevono, si conoscono, si riflettono, e scoprono insieme il futuro.

Silent book per tutte le età, Riflettiamoci riesce a coinvolgere ognuno di noi, e ogni lettore può leggerci un messaggio diverso: così come lo stesso titolo che dal riflesso dell’acqua ci accompagna a una riflessione molto più profonda.

Perché Riflettiamoci piace a tutti

Sicuramente i più piccoli rimarranno maggiormente affascinati dagli animali e dalle illustrazioni, ma anche i ragazzi e le ragazze potranno trovare in queste pagine un messaggio, un motivo per cercare di andare oltre e conoscere il mondo, nonostante tutto.

I libri finalisti del Premio Andersen 2022

Su Libri e bambini presentiamo i testi finalisti del Premio Andersen 2022.

Finalisti miglior libro 0/6 anni

Finalisti miglior libro 6/9 anni

  • Ellen e il leone, di Crockett Johnson – traduzione Sara Saorin, Camelozampa.
  • La traversata degli animali, di Vincent Cuvellier – illustrazioni Brice Postma Uzel – traduzione Flavio Sorrentino, Biancoenero Edizioni.

Finalisti miglior libro 9/12 anni

  • Caro Mr. Henshaw, di Beverly Cleary – illustrazioni Vittoria Dalla Torre – traduzione Susanna Mattiangeli, Il Barbagianni
  • Tasso e Puzzola, di Amy Timberlake – illustrazioni Jon Klassen – traduzione Sara Ragusa, HarperCollins Italia.

Finalisti miglior libro oltre i 15 anni

Finalisti miglior libro fatto ad arte

  • Artecadabra, di Raphaël Garnier – traduzione Margherita Vecchiati, Franco Cosimo Panini

Finalisti miglior albo illustrato

La pandemia ha stravolto le nostre vite, è innegabile. Ci ha catapultati in una realtà sconosciuta, chiusa, diffidente. Una realtà che abbiamo faticato ad accettare. In particolare, ragazzi e ragazze, bambini e bambine, si sono ritrovati in una non realtà soffocata, a volte, dalle mura di casa. Ovviamente non tutti l’hanno vissuta nello stesso modo: molte scuole, ma non solo, hanno fatto i salti mortali per avvicinare le case e raggiungere ogni singola persona, per continuare a mantenere vive le relazioni, per accogliere tutti anche se in un modo diverso. Riflettiamoci: un libro, un progetto Gek Tessaro, Riflettiamoci Riflettiamoci di…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Bello!

Conclusione : Un silent book profondo, unico, dalle illustrazioni alla storia fino al messaggio che ci dona.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Anastasia al vostro servizio

Anastasia al vostro servizio: scoppiettante romanzo di Lois Lowry

Con il romanzo Anastasia al vostro servizio Lois Lowry ci regala una storia scoppiettante con una trama inaspettata.

Le cose che ci fanno paura

Keren David racconta le cose che ci fanno paura

Leggi il romanzo Le cose che ci fanno paura e conosci le gemelle Lottie ed Evie che devono affrontare diversi problemi nella vita quotidiana.