Rinoceronte alla riscossa

Rinoceronte alla riscossa: Juris Zvirgzdiņš scrive un romanzo per bambini curiosi

Cosa ci fa un rinoceronte bianco in Norvegia? Fa moltissime cose: ad esempio legge, impara a scrivere (e per farlo indossa gli occhiali) parla diverse lingue, fa amicizia e inizia un viaggio incredibile!

Rinoceronte alla riscossa di Juris Zvirgzdiņš, illustrazioni di Reinis Pētersons (traduzione di Margherita Carbonaro, Sinnos editrice, candidato al Premio Strega ragazzi e ragazze 2021, categoria 8+) , è un romanzo d’avventura davvero sopra le righe, spassoso ma anche molto istruttivo, capace di raccontare il mondo, gli animali, il rispetto della natura e della vita, delle culture e dell’amicizia, senza mai eccedere in noiose nozioni ma riuscendo a trasportare i giovani lettori in un viaggio pazzesco in compagnia di Mufà, un cucciolo di rinoceronte bianco.

Rinoceronte alla riscossa

Rinoceronte alla riscossa

Nato in un serraglio e apparentemente destinato a morte certa, perché infreddolito, piccolo e orfano, Mufà viene adottato da Ibu, ragazzo africano ricco di inventiva e di vitalità. Con lui inizia un viaggio verso l’Africa, verso paesi e mari ghiacciati, che attraverserà pattinando, e metropoli entusiasmanti come Parigi. Incontrerà personaggi davvero inusuali, come una baronessa ricchissima con la passione per il gioco, e scoprirà l’Africa grazie ad animali accoglienti e molto battaglieri.

Mufà era minuto e fragile, ma sopra il naso aveva due bei corni, uno più grande e l’altro più piccolo.

Ibu si strinse al petto il rinoceronte, lo portò nella sua roulotte e lo avvolse in una coperta. Riscaldò un po’ di latte sopra una stufetta di ferro, dentro alla quale il fuoco era sempre acceso, lo versò in un biberon e lo diede al piccolo.

In compagnia di Mufà sentiremo freddo alle ossa mentre cerca di sopravvivere alle glaciali temperature del nord Europa, ci appassioneremo alla sua incredibile abilità di riuscire a capire e parlare diverse lingue, scopriremo Parigi bella e spietata, e ci immergeremo nel Nilo assieme a tantissimi animali.

Alla scoperta del mondo con Mufà

Rinoceronte alla riscossa

Un viaggio di scoperta, scoperta di luoghi e emozioni, che, ne sono certa, conquisterà i giovani lettori grazie a una scrittura limpida, diretta e appassionante.

Mufà aveva l’impressione di conoscere da sempre l’alfabeto e di averlo solo dimenticato un po’. Adesso le lettere, attraverso la voce di Ibu, si rivolgevano al piccolo rinoceronte una dopo l’altra: “Io sono la lettera I! Sono sottile sto sempre dritta, ti ricordi di me? E mia sorella M? La lettera con cui inizia il tuo nome!”.

Nel giro di poco tempo imparò a leggere il proprio nome: MUFA’. Poi IBU, e così una parola seguì l’altra. Presto fu in grado di leggere tranquillamente tutto quello che gli capitava sotto zampa.

Un bel romanzo, per bambini curiosi del mondo e degli animali, per lettori avidi di sapere… insomma per tutti i bambini e le bambine che conosco!

Premio Strega ragazzi e ragazze 2021

Su Libri e bambini presentiamo i testi in gara per il Premio Strega ragazzi e ragazze 2021.

Miglior libro d’esordio

Categoria 6+

Categoria 8+

Categoria 11+

Cosa ci fa un rinoceronte bianco in Norvegia? Fa moltissime cose: ad esempio legge, impara a scrivere (e per farlo indossa gli occhiali) parla diverse lingue, fa amicizia e inizia un viaggio incredibile! Rinoceronte alla riscossa di Juris Zvirgzdiņš, illustrazioni di Reinis Pētersons (traduzione di Margherita Carbonaro, Sinnos editrice, candidato al Premio Strega ragazzi e ragazze 2021, categoria 8+) , è un romanzo d’avventura davvero sopra le righe, spassoso ma anche molto istruttivo, capace di raccontare il mondo, gli animali, il rispetto della natura e della vita, delle culture e dell’amicizia, senza mai eccedere in noiose nozioni ma riuscendo a…

Score

Storia
Illustrazioni
Leggibilità
Prezzo

Divertente e geniale

Conclusione : Un viaggio, un’avventura incredibile in compagnia di un piccolo geniale rinoceronte che vuole tornare in Africa!

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Perché i robot sono stupidi?

Perché i robot sono stupidi? Tante domande sulla robotica

Leggi il libro Perché i robot sono stupidi di Federico Taddia e Barbara Mazzolai e scopri le risposte alle tante domande sulla robotica.

Yole alla conquista della sgrammatica

Yole alla conquista della sgrammatica, divertente romanzo di Nadia Levato

Leggi la storia di Yole alla conquista della sgrammatica e scopri il mondo dei bambini e bambine che non vogliono andare a scuola.