Fiori di città

Fiori di città: JonArno Lawson narra senza parole come colorare il mondo

A volte le parole non sono necessarie. Possiamo provare a inserirle noi, a raccontare mentre osserviamo le immagini, o possiamo semplicemente guardare e assaporare ogni disegno in rispettoso silenzio.

Fiori di città di JonArno Lawson e illustrazioni di Sydney Smith (Pulce edizioni, finalista Premio Andersen 2021 nella categoria Miglior libro senza parole), pretende rispetto e chiede attenzione. Perché sfogliandolo non possiamo fare altro che riflettere, catturare ogni dettaglio, ogni filo narrativo e stupirci, riempirci di meraviglia, per la storia e il ritmo narrativo che propone.

Non servono parole alla protagonista di questo albo, perché pagina dopo pagina riesce a conquistarci e a donare colore alla vita con semplici gesti gentili. A rapirci per semplicità e desiderio di vivere e di cambiare il mondo, passo dopo passo.

Fiori di città

Fiori di città
Fiori di città

In uno sfondo grigio, cittadino e caotico intravediamo una bambina con un cappotto rosso mentre passeggia tenendo per mano un uomo, suo papà.

L’uomo è distratto dal telefono, dalle parole, dai rumori in sottofondo, mentre la bambina osserva con estrema tenacia ogni dettaglio che la circonda. E lì, nascosti tra un palo e le ruote di una bicicletta la sua attenzione viene catturata da due semplici fiori gialli. Talmente piccoli da passare inosservati.

Cammina la nostra incredibile protagonista. E scopre altri fiori infilati nelle crepe di un muro, quasi a voler sfidare la forza di gravità e l’uomo. La bimba si arrampica e raccoglie, e mentre i colori attirano la sua attenzione, le tavole grigie iniziano a mostrare qualche timido colore, come a volerci indicare un briciolo di speranza.

Nel cammino un uccellino morto in mezzo al vialetto attira la sua attenzione: potrebbe piangere la bambina, chiedere spiegazioni, o nascondere alla vista quel piccolo freddo corpo. E invece dei meravigliosi fiori vengono appoggiati accanto a lui, e il colore trova finalmente spazio.

Anche l’uomo stanco sulla panchina merita un mazzetto di fiori, il cane incrociato per sbaglio, la mamma al rientro, il fratellino sul passeggino. Il mondo ritrova finalmente ogni sfumatura colorata.

Le parole non servono

A volte le parole non servono, scrivevo, perché i disegni e la storia da soli riescono a raccontare, descrivere e donare al lettore quella speranza viva di cui tutti abbiamo così bisogno. Fiori di città è un bellissimo libro da assaporare con calma, pagina dopo pagina, e riprendere per catturare ogni singolo dettaglio, ogni messaggio. Da condividere, perché un tale inno alla vita deve trovare posto in ogni casa.

I libri finalisti del Premio Andersen 2021

Su Libri e bambini presentiamo i testi finalisti del Premio Andersen 2021:

A volte le parole non sono necessarie. Possiamo provare a inserirle noi, a raccontare mentre osserviamo le immagini, o possiamo semplicemente guardare e assaporare ogni disegno in rispettoso silenzio. Fiori di città di JonArno Lawson e illustrazioni di Sydney Smith (Pulce edizioni, finalista Premio Andersen 2021 nella categoria Miglior libro senza parole), pretende rispetto e chiede attenzione. Perché sfogliandolo non possiamo fare altro che riflettere, catturare ogni dettaglio, ogni filo narrativo e stupirci, riempirci di meraviglia, per la storia e il ritmo narrativo che propone. Non servono parole alla protagonista di questo albo, perché pagina dopo pagina riesce a conquistarci…

Score

Storia
Leggibilità
Illustrazioni
Prezzo

Poetico

Conclusione : Un bellissimo albo, poetico, capace di raccontare senza mai fare rumore. Narrare, in silenzio.

Voto Utenti : 0.64 ( 1 voti)

Anna Fogarolo

Anna Fogarolo è consulente per le attività di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR specialist. In passato ha svolto l'attività di fotogiornalista per le maggiori testate italiane e ha scritto contenuti per alcuni noti portali e network. Con le Edizioni Erickson ha pubblicato «Do you speak Facebook? Guida per genitori e insegnanti al linguaggio dei social network» e «Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli», testo presentato alla seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Gli zoccoli delle castagne

Gli zoccoli delle castagne: Barbara Ferraro narra una storia d’altri tempi

Leggi Gli zoccoli delle castagne e scopri il passato con le parole di Barbara Ferraro e le illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini.

Girotondo

Girotondo: Sergio Rossi e Agnese Innocente raccontano alla perfezione l’adolescenza

Leggi Girotondo splendido romanzo a fumetti di Sergio Rossi e Agnese Innocenti sul tema dell'adolescenza che ti conquisterà.